Ritorneremo domani

Con questo video che mostra la nostra città, resistiamo, resistiamo nella scuola che è sempre più diventata una scuola di vita, mettendo alla prova la nostra capacità di rispondere alle difficoltà e agli imprevisti, con coraggio.

27 GENNAIO : PER NON DIMENTICARE

Il 27 gennaio di ogni anno è stato istituito dall’ ONU come giorno della Memoria, per ricordare le vittime dell’ Olocausto. Ogni giorno però non dobbiamo dimenticare discriminazioni e soprusi: per questo motivo occorre raccontare e far conoscere alle nuove generazioni la Storia.

Tutti i bambini della scuola hanno ascoltato e imparato la canzone colonna sonora del film “La vita è bella” che ci ha accompagnati nella conoscenza dei tragici eventi passati.

Va…
non ritornare più

puoi…

dimenticare ormai

No…

la terra ha il suo colore

il vento colpa non ne ha
pero’

lui sa la verita’
Ah!

lo vedi che lassu’
c’e’…

del fumo grigio che
si

puo’ sperdere nell’aria
se si respirera’

lo sai…
lo so…

che non soffochera’
Vai!…

ricordati di me
ma…

ricorda solo i giorni felici e scorda
che son rimasto qua

Sai…
forse non ci credi piu’

se ti dico che la vita e’ sempre bella
se ci sei

Si!…
sono sempre accanto a te

quest’incubo e alla fine so che tu
ti sveglierai

Va…
non ritornare piu’

qui…
risposte non avrai

No…
il cielo ha il suo colore

se pioggia scendera’
con lacrime

non si confondera’
Va!…

Non ritornare piu’!
Puoi…

svegliarti anche tu
Sai…

qui l’erba ha il suo colore
e come li’ da te

vedrai

che poi
un fiore crescera’…

e come li’ da te

vedrai…
che qui

un fiore cresce gia’…

ricordati di me…

ricordati di me…
ricordati di me

Gli approfondimenti storici attraverso le testimonianze si sono mescolate alle forti emozioni provate e così, ogni classe, in base all’età dei bambini ha scelto letture e poesie appropriate.

Per la classe prima è stato narrato “Otto. Autobiografia di un orsacchiotto” di Tomi Ungerer

IMG_20200124_103938 IMG_20200124_105609

Le classi seconda e terza hanno letto la poesia “La farfalla” di Pavel Friedman ed hanno realizzato con la tecnica degli origami farfalle colorate come simbolo della voglia di libertà.

La farfalla

L’ultima, proprio l’ultima,

di un giallo così intenso, così
assolutamente giallo,
come una lacrima di sole quando cade
sopra una roccia bianca
così gialla, così gialla!
l’ultima,
volava in alto leggera,
aleggiava sicura
per baciare il suo ultimo mondo.
Tra qualche giorno
sarà già la mia settima settimana
di ghetto:
i miei mi hanno ritrovato qui
e qui mi chiamano i fiori di ruta
e il bianco candeliere di castagno
nel cortile.
Ma qui non ho rivisto nessuna farfalla.
Quella dell’altra volta fu l’ultima:
le farfalle non vivono nel ghetto.

IMG_20200206_143931

La classe terza inoltre ha proposto la lettura del libro “La stella che non brilla” di Guia Risari.

la-stella-che-non-brilla

La classe quarta ha visionato il cartone animato “Le stelle di Andra e Tati”, tratto dalla storia vera delle sue sorelle Andra e Tatiana Bucci, sopravvissute ai campi di concentramento.

cinema_e_memoria IMG-20200204-WA0049

La classe quinta ha letto e recitato alcune poesie dei bambini rinchiusi al ghetto di Terezin, tra le quali “La farfalla” di Pavel Friedman, morto ad Auschwitz e “Vorrei andare da sola” di Alena Synkova, liberata e sopravvissuta.

IMG_20200207_101524

Hanno inoltre visto e commentato il cortometraggio “Shoa” di Giuliano Parodi.

 

Buone vacanze a tutti!

Giovedì 19 dicembre tutte le classi del plesso hanno festeggiato l’arrivo del Natale con un momento di condivisione nel salone della nostra scuola, addobbato e abbellito con decori natalizi.

  IMG_20191219_150506     IMG-20191219-WA0000

Abbiamo letto “La preghiera di un passero che vuol fare il nido sull’albero di Natale”

di G. Rodari

“Apritemi, per favore,

la finestra del salotto:

sono un povero passerotto

che ha freddo fino al cuore.

I bambini sono tutti buoni,

e andremo d’accordo, perchè

chiedo così poco per me

di tutti i doni:

un cantuccio di torrone

per appuntirci il becco,

il biscotto più secco,

la crosta del panettone…

Che tenero frullo d’ali

in cambio vi posso dare!

Lasciatemi volare

sull’ albero di Natale”

IMG-20191219-WA0015

Dopo aver cantato e ballato “It’s Christmas time” abbiamo concluso il nostro momento insieme con una merenda a base di pandoro!

IMG-20191219-WA0013

BUONE VACANZE DI NATALE E BUON 2020 A TUTTI!

Festa dell’ albero

Il 21 novembre abbiamo festeggiato la Festa dell’albero come occasione per discutere e rinnovare da parte di tutti l’impegno sociale nei confronti della natura, il contributo indispensabile degli alberi alla vita del pianeta.

Abbiamo celebrato questo momento cantando tutti insieme la canzone

“Ci vuole un fiore”

IMG-20191122-WA0018

Ciascun bambino ha, poi, piantato un bulbo in un vasetto di terra che abbiamo collocato nel giardino della nostra scuola e del quale ci prenderemo cura fino al sorgere del fiore.

IMG-20191122-WA0028 IMG-20191122-WA0025

Musichi-amo

Continuano le attività del laboratorio musicale nelle classi dove sono stati realizzati strumenti musicali alternativi, ottenuti da materiali di recupero.

IMG_20191030_101050 IMG_20191030_100917IMG_20191030_101106   IMG_20191030_101159IMG_20191030_101145   IMG_20191030_101056

Ecco i lampadari musicali per abbellire il salone della nostra scuola.

IMG_20191106_104624 IMG_20191106_110429 IMG_20191106_110539IMG_20191106_110532IMG_20191106_110435IMG_20191106_110449IMG_20191106_110458IMG_20191106_110522

Silenzio! … Sto fantasticando

Ho bisogno di silenzio

Ho bisogno di silenzio

come te che leggi col pensiero
non ad alta voce
il suono della mia stessa voce
adesso sarebbe rumore
non parole ma solo rumore fastidioso
che mi distrae dal pensare.

Ho bisogno di silenzio
esco e per strada le solite persone
che conoscono la mia parlantina
disorientate dal mio rapido buongiorno
chissà, forse pensano che ho fretta.

Invece ho solo bisogno di silenzio
tanto ho parlato, troppo
è arrivato il tempo di tacere
di raccogliere i pensieri
allegri, tristi, dolci, amari,
ce ne sono tanti dentro ognuno di noi.

Alda Merini

Questo il progetto di plesso per l’anno scolastico 2019-2020

logo progetto

progetto pdf

 

Chi ben comincia è a metà dell’opera!

Giovedì 24 ottobre tutte le classi del plesso si sono recate al parco della buca di Cesena per dare avvio al progetto di plesso “Silenzio!…sto fantasticando”.

Dopo essere arrivati, abbiamo fatto cinque minuti di silenzio, osservando il panorama intorno a noi.

IMG-20191029-WA0003  IMG-20191029-WA0006

IMG-20191029-WA0015 IMG-20191029-WA0019

 

Ecco i cambiamenti che l’autunno ha portato nella natura…

IMG-20191029-WA0037 IMG-20191029-WA0032

IMG-20191029-WA0033 IMG-20191029-WA0027

… queste sono alcune poesie d’autore sull’ autunno che ci hanno ispirato dopo l’uscita al parco

IMG-20191104-WA0013 IMG-20191104-WA0016

 

 

 

Queste sono alcune attività proposte durante il laboratorio teatrale.

Confidiamoci le nostre paure, scrivendole su un foglietto che poi mettiamo dentro ad un sacco.

A turno, ciascun bambino pescherà un foglietto contenente una delle paure espresse e dovrà imitarla. Il pubblico di bambini dovrà cercare di capire di quale paura si tratta dall’ imitazione del compagno: non si possono utilizzare parole, sono il corpo e la gestualità ad esprimersi.

IMG_20191018_121534 IMG_20191018_121546IMG_20191018_121653  IMG_20191018_121619_1

 

E ora diamo corpo alle emozioni, provando ad esprimerle.

IMG-20191018-WA0001

IMG-20191018-WA0004   IMG-20191018-WA0002

 

Benvenuti a teatro. Dove tutto è finto, ma niente è falso. G.Proietti

Ogni classe del plesso parteciperà al laboratorio teatrale che si svolgerà a cadenza settimanale nell’ambiente della palestra scolastica: ogni incontro avrà la durata di un’ora, nella quale la classe sarà suddivisa a metà.

Il laboratorio teatrale ha lo scopo di promuovere l’espressione di ciascun bambino, nell’individualità che lo caratterizza, dando spazio alle emozioni, in un intrecciarsi di linguaggio verbale e non verbale.

L’impronta teatrale di quest’anno sarà caratterizzata da un fare teatro rivolto all’ improvvisazione, uscendo dallo schema del copione. Il percorso si adatterà al gruppo classe verso il quale ci si rivolge e ad ogni incontro ci saranno attività propedeutiche alla ricerca di un “saper stare” nelle diverse situazioni in cui il bambino si trova.

Gli incontri si apriranno con attività di routine, seguiti dalla lettura in testo originale de “Le avventure di Pinocchio” di C. Collodi o la versione riadattata da G. Rodari “La filastrocca di Pinocchio”. I testi che faranno da cornice e filo conduttore durante l’anno scolastico per tutti bambini.

IMG-20191024-WA0010 IMG-20191024-WA0009

Sintonizziamoci: percorso di educazione musicale

Ha preso avvio il percorso di educazione musicale che verrà svolto in tutte le classi del plesso, in un’aula riservata, a cadenza settimanale: ogni incontro avrà la durata di un’ora, nella quale la classe sarà suddivisa a metà.

Il laboratorio musicale è volto al miglioramento dell’ascolto e dell’attenzione, alla capacità comunicativa e alla valorizzazione di canali espressivi ed emotivi personali.

La musica è intorno a noi e dentro di noi.

Per me la musica è…

IMG_20191016_095540

“Dove le parole finiscono, inizia la musica.” H.Heine

In questo spazio musicale centrale è il ruolo dei suoni e di come essi possono essere prodotti, delle pause e dei silenzi.

Ascolto musica e penso…

IMG_20191016_095644

Dall’ascolto di alcune letture animate si passa alla rappresentazione musicale della storia o alla riproduzione sonora con l’utilizzo di strumenti musicali.

IMG_20191016_101058

IMG_20191016_100034IMG_20191016_100123

IMG_20191016_100059 (1)IMG_20191016_095956

Buon anno scolastico a tutti!

Il primo foglio

Ho aperto il quaderno sul banco,
il primo foglio è così bianco,
quasi splende, tanto è pulito
ed ho paura a posarvi il dito.
Intingo la penna, trattengo il fiato
e curvo sul foglio immacolato
scrivo con cura la prima parola
di questo primo giorno di scuola.
Domani, forse dopo, chissà,
sul foglio bianco una macchia cadrà.
Ma non perderò per questo il coraggio:
un colpo di gomma e avanti, in viaggio!

Gianni Rodari

SPETTACOLO FINALE: “PROVE D’ATTORE IN PIAZZA”

VENERDÌ, 7 GIUGNO 2019 ALLE ORE 19.00, AL TEATRO BOGART, i bambini della “Scuola Gianni Rodari” di Gattolino metteranno in scena lo spettacolo:

PROVE D’ATTORE IN PIAZZA

IMG_20190604_130642

locandina 2019

Lo spettacolo rappresenta il momento di documentazione finale dell’anno scolastico 2018/2019.

Nel link sottostante, il programma della serata e l’invito rivolto ai genitori.

Invito e programma

Vi aspettiamo per concludere insieme questo anno scolastico!

PRIMO PREMIO ANFFAS: VINCITRICE CLASSE 5°A

CONCORSO 50ennale ANFFAS CESENA “Il sole sorge per tutti” sull’approfondimento della Convenzione dei diritti delle Persone con Disabilità.

Domenica, 2 giugno 2019, le insegnanti e gli alunni della Classe 5^A si sono recati nella sede ANFFAS, per ritirare il primo premio, vinto grazie all’elaborato “Diversa-mente insieme” svolto a scuola dai ragazzi.

IMG_20190603_110053

La presidentessa si è complimentata con i bambini per il lavoro realizzato che presenta molti spunti di riflessione e mostra come costruire uno sguardo più inclusivo insieme.

IMG_20190604_125733

IMG_20190604_125815

IMG_20190604_125843

IMG_20190604_125749

Al termine della premiazione è stato consegnato alle maestre un buono di 500,00 euro per l’acquisto di materiale didattico.

IMG_20190604_130413

Continuità CLASSE 4°: la Scuola dell’Infanzia “Arcobaleno” in visita a Gattolino

A fine maggio, i bambini della Scuola dell’Infanzia “Arcobaleno” di Calabrina vengono accolti dalla classe 4° per le attività di continuità.

In un primo momento, l’accoglienza si svolge in classe e insieme, grandi e piccini, fanno la merenda.

“IN QUESTA SCUOLA C’È  SILENZIO!”

“SAPEVI CHE TI ASPETTAVO PER CONOSCERTI?”

IMG-20190506-WA0009

In seguito ci si reca in giardino per costruire il cattura-lombrichi. Gli alunni di quarta aiutano i più piccolini nelle attività coordinate dalle insegnanti.

IMG_20190604_125140

“VENITE ANCHE NELLA NOSTRA SCUOLA A VEDERE IL NOSTRO GIARDINO?”

IMG_20190604_125052

Il cattura-lombrichi consiste nel tagliare delle bottiglie di plastica, dove mettere della terra e aspettare che il lombrico scenda per “scappare” o cercare del cibo nel fondo.

foto 14

Alla fine delle attività, gli alunni di classe quarta mostrano ai piccoli i locali della scuola, una sorta di “visita guidata”.

“MI È PIACIUTO DARE LA MANO AD UN GRANDE!”  

MATEMATICA CREATIVA

In Classe Seconda è arrivato Pitagora e ha presentato ai bambini la sua scuola.

IMG-20190228-WA0011

IMG-20190228-WA0014

Ha mostrato loro come affrontare lo studio delle tabelline attraverso l’uso dei “numeri figurati”, cioè numeri che potevano essere trasformati in rettangoli, quadrati e/o triangoli usando dei tappi di plastica (i sassi al tempo di Pitagora).

20190312_094825

I bambini hanno così scoperto gli schieramenti e, un po’ alla volta, le tabelline.

20190315_092941

20190311_123741

20190228_130806

Un’altra attività è stata quella del CASTELLO DEI NUMERI.

20181113_162734

I bambini dovevano attaccare i numeri da 0 a 99 (o 100) sul cartellone e, osservando i numeri già presenti, man mano dovevano scoprire la regola che mette in ordine i numeri nella tabella.

20181126_122543

20181126_122958

Una volta aver completato il castello con tutti i numeri,  hanno scoperto le regole per calcolare velocemente a mente, usando i ” salti” sul tabellone dei numeri.

20181126_123659

La diversità con gli occhi dei bambini…

In occasione del concorso Anffas la classe 5^A ha affrontato il tema della diversità partendo dall’ambito scientifico e giungendo a riflessioni personali che hanno dimostrato grande sensibilità da parte dei bambini.

IMG_20190409_103308

Ognuno ha disegnato se stesso creando un insieme armonico di volti, ognuno diverso dall’altro, perché la DIVERSITÀ è una ricchezza e una risorsa. Ciascuno di noi può aiutare chi gli sta intorno, ricevendo a sua volta una mano quando è in difficoltà. Tutti abbiamo delle abilità, ma anche dei limiti che possiamo superare solo con l’aiuto dei nostri amici.

IMG_20190410_121240

Gli alunni hanno inventato una storia dal titolo “Una vita multicolore”, raccontando come la diversità può trasformarsi in risorsa, grazie al protagonista: un delfino multicolore diverso da tutti gli altri.

IMG_20190409_104514

Un disegno per dimostrare com’è bello e colorato il mondo, proprio perché ognuno è diverso.

IMG_20190410_121218

Una poesia che fornisce immagini e pensieri.

IMG_20190410_121229

Una lettera d’amore per un’amica speciale che nella sua diversità ha arricchito l’anima di tutte le persone che l’hanno conosciuta in questi cinque anni.

IMG_20190411_102948IMG_20190411_102956IMG_20190411_103005

E infine, tutte le riflessioni dei bambini scaturite dalla lettura del libro: “Il pentolino di Antonino” con la conclusione che

LA DIVERSITÀ È RICCHEZZA!

La Piazza di Gattolino in musica

Mercoledì, 15 Maggio nella nostra grande piazza della scuola di Gattolino, la CD…VERTIAMO BAND ha allietato i bambini e le maestre, regalando loro uno spettacolo musicale molto divertente e coinvolgente.

IMG_20190515_110015

IMG_20190515_110012

Gli alunni si sono molto divertiti e hanno contribuito in questo giorno di festa cantando e ballando con gli artisti.

 IMG_20190515_104805IMG_20190515_105304IMG_20190515_104727Dopo spettacolo, gli alunni di classe quinta (5^A e 5^B) hanno suonato con il flauto tre brani per concludere in musica questo bellissimo giorno.

CLASSI 5^A e 5^B: Artistica-mente

Piccoli artisti creano progetti di piazza

Ogni alunno partecipa alla costruzione di un progetto comune. Un decimetro colorato da ognuno di loro sarà un tassello in un metro quadro.

IMG_20181115_102032

IMG_20181115_102147

Pian pianino il progetto prende forma.

IMG_20181115_102026

IMG_20181127_112505

Ecco il nostro progetto finito!!

Tutti per uno, uno per tutti!

Insieme costruiamo qualcosa di meraviglioso, unendo le idee di tutti!

IMG_20181207_080234

Le idee non sono ancora finite. Progetti di piazza nascono dalle nostre menti.

IMG_20190128_134754

IMG_20190128_134816

IMG_20190128_134858

Insieme si lavora in armonia e creativa-mente.

IMG_20190128_135032

Ecco alcuni dei nostri progetti finiti.

Colori e forme geometriche si uniscono dando vita a nuove creazioni.

IMG_20190128_134909

È primavera!

Il 21 marzo, primo giorno di primavera, gli alunni e le insegnanti si ritrovano nella piazza della scuola per festeggiare insieme il risveglio della natura.

Ogni alunno ha con sè una pianta già fiorita e la piazza si trasforma in un tripudio di colori e vita.

IMG_20190321_102457

IMG_20190321_102851

IMG_20190321_102057

In cerchio nella piazza della scuola, i bambini ascoltano dalla voce della maestra Antonella la fiaba “Il fiore farfalla”, che racconta di come la primavera puó trasformare la natura e darle nuova luce e colore.

IMG_20190321_102636

Alla fine della storia, ogni classe a turno decora la scalinata della scuola con piante e bellissimi fiori.

IMG_20190321_103500

IMG_20190321_103550

IMG_20190321_162722

I bambini espongono all’ingresso anche qualche poesia sulla primavera inventata da loro.

IMG_20190321_162805

IMG_20190321_162810

Ecco l’ingresso della nostra scuola, pieno di fiori e colori!

IMG_20190506_120052

Nei giorni seguenti, le piante sono state portate dai bambini dentro la scuola. Sono stati decorati degli spazi a scelta, in modo tale da permettere ad ogni alunno di potersi occupare della propria piantina.

IMG_20190325_134049

IMG_20190325_133954IMG_20190325_134802IMG_20190405_103145

La memoria del cuore…

Il giorno 27 gennaio è il giorno della memoria, il giorno in cui bisogna ricordarsi che TUTTI siamo UGUALI con pari diritti e doveri, pari dignità e opportunità.

NO alla DISCRIMINAZIONE

NO alla VIOLENZA

NO al RAZZISMO

Ricordarsi che uno scempio e un orrore come quello accaduto durante la Seconda Guerra Mondiale non deve ripetersi

MAI PIÙ!!!!!

IMG_20190205_110217

Disegni dei ragazzi di 5^A

Disegni dei ragazzi di 5^A

IMG_20190205_110225

IMG_20190204_182941

Nel giorno della commemorazione delle tantissime vittime dell’Olocausto, insegnanti e alunni gli hanno voluto rendere omaggio nella piazza della scuola.

Acrostico creato dalla classe 4^A

Acrostico creato dalla classe 4^A

Tra le note del canto GAM GAM, bambini e adulti si sono riuniti e hanno ascoltato i ragazzi di quinta che hanno spiegato il significato di questo giorno e la storia degli Ebrei.

IMG_20190128_104038

In seguito la maestra Rossella ha letto la storia “Il volo di Sara”, storia scelta da tutte le docenti e apprezzata dai bambini.

IMG_20190209_165350IMG_20190209_165859

Infine, ogni bambino ha appoggiato simbolicamente al suolo un sasso, gesto compiuto dagli Ebrei sulle tombe dei defunti, che ha il valore del “ricordo“, significa “ricordarsi dei propri cari, ricordarsi delle proprie origini”. 

IMG_20190128_110123IMG_20190128_110356IMG_20190128_110448IMG_20190128_110534

I sassi sono stati raccolti e incollati su un pannello per creare un monumento del ricordo dedicato alle vittime dell’olocausto dai bambini di Gattolino.

Questa “scultura creativa” rimarrà esposta a scuola “Per non dimenticare…”.

IMG-20190609-WA0000

Tutto cambia, tutto si trasforma…

Tutte le classi del plesso contribuiscono all’allestimento della nostra grande piazza di Gattolino. Chi con progetti, chi con tematiche che cambiano in base alle stagioni, chi con opere da costruire insieme.

IMG_20190208_134529

 

 

 

In una piazza c’è sempre un castello antico custode di una bella fiaba

 

 

 

IMG_20190208_134603

 

 

 

L’ orologio segna il tempo che scorre inesorabilmente, testimone di ciò che è stato, di ciò che è e di ciò che sarà.

 

 

Le mani diventano alberi imbiancati dall’inverno di bianco vestite come spose

IMG_20190208_134626

Fiocchi di neve danzano tra le fiabe incantate
IMG_20190125_111356

Una torre rifugio dalle intemperie simbolo di crescita e maturazione personale. Mattoncino dopo mattoncino si diventa grandi…
IMG_20190208_134932

I progetti ravvivano le idee, la mente vivace sempre in continuo mutamento…
IMG_20190208_134847Creare progetti di piazza attraverso forme geometriche sempre più complesse

IMG_20190208_134701

“Un albero il cui tronco si può a malapena abbracciare nasce da un minuscolo germoglio.
Una torre alta nove piani incomincia con un mucchietto di terra.
Un viaggio di mille miglia comincia con un solo passo.”
(Lao Tzu)

Un dono per i genitori

In occasione del Natale, le insegnanti del plesso “Gianni Rodari” hanno offerto a tutti i genitori la possibilità di assistere ai laboratori teatrali condotti dalla maestra Rossella.

L’ entrata dei genitori a scuola è stata pianificata in palestra, luogo in cui si svolgono normalmente i laboratori, e i giorni sono stati concordati e diversificati in base all’orario scolastico. Questa occasione è stata vissuta dai bambini e dalle insegnanti come un dono speciale, un momento di condivisione importante.

Il cerchio magico. L’energia passa attraverso le mani dei bambini.

IMG_20190123_191330

Gioco di ascolto: “Il filo del telefono”

foto 8

Ecco alcuni attimi che vedono ritratti, non solo i bambini, ma anche i genitori che hanno accettato volentieri di partecipare alle attività.

Giochi di imitazione: “Il gioco dei dieci cerchi”.

IMG_20190123_191120

IMG_20190123_191139

IMG_20190123_191057

La consegna del proprio nome al cerchio magico avviene all’inizio delle attività e rappresenta uno degli esercizi di routine del laboratorio teatrale.

IMG_20190123_205204

I genitori simulano delle situazioni quotidiane improvvisandole sul momento come hanno fatto i bambini.

DSC02652

DSC02655

Altre situazioni d’improvvisazione ideate dai bambini, utilizzando solo il corpo, senza la voce.

IMG_20190123_204658

DSC00798

DSC00797

“Il gioco del re”: Un bambino rappresenta il sovrano e tutti gli altri sono i giullari di corte. Il re non deve sorridere, i sudditi provano a farlo ridere adoperando solo gesti ed espressione mimica-facciale.

IMG_20190123_204433

La settimana aperta ai genitori è stata apprezzata e tutti hanno espresso pareri positivi.

Per i bambini è stata una bellissima esperienza!

Laboratori pomeridiani a classi aperte. CLASSI 1° A – 5°A – 5°B

Durante le attività laboratoriali svolte al pomeriggio, le classi quinte preparano assieme ai piccolini di prima il biglietto e un regalo per i loro genitori in occasione delle festività di Natale.

IMG_20181210_145252

Tagliando il panno lenci a forma di cuore (tre grandezze diverse), gli alunni iniziano a creare il loro albero di Natale personalizzato. I tutor di quinta aiutano i più piccoli nel taglio delle forme e in seguito nell’assemblaggio delle varie parti.

IMG_20181210_145622

I cuoricini rossi costituiranno la punta dell’albero dove verrà applicato un cordoncino bianco, che permetterà di appenderlo.

IMG_20181210_145225

IMG_20181210_152834

Alla fine ogni bambino applicherà delle palline rosse ritagliate dal panno lenci e personalizzerà il proprio albero. Inoltre verrà realizzato il biglietto con la tecnica del pop-up.

IMG_20181210_154542

IMG_20190123_083324

IMG_20190123_185031

Il nostro Natale nella grande piazza della scuola

 

IMG_20181220_110256

Il coro dei bambini del corso d’inglese insieme al loro maestro, che suona la chitarra, dedicano a tutto il plesso la canzone:                    “We wish you a Marry Christmas”

La festa è rallegrata dalla presenza di due nonni che cantano e suonano con la fisarmonica canti natalizi e melodie della tradizione romagnola.

IMG_20181220_103315

IMG_20181220_104339

IMG_20190106_230530

Nella piazza è stato decorato l’albero di Natale a cui ogni bambino ha donato una pallina.

IMG_20190106_225247

IMG_20181217_105304

Ogni classe ha allestito il proprio spazio, rendendolo natalizio.

IMG_20181213_104141

IMG_20181213_104132

Durante la giornata di festa le maestre hanno offerto a tutti i bambini una dolce merenda.

IMG_20190106_232500

La nostra piazza…Work in progress

Il nostro salone si trasforma in una piazza grazie al contributo di tutte le classi del plesso.

Lasciamo le nostre impronte

Lasciamo le nostre impronte

IMG_20181114_103202

 

Le dita di una mano: cinque punti cardinali che puntano verso l’infinito. (Fabrizio Caramagna)

Cartellone  realizzato con la collaborazione di tutti i bambini del plesso.

IMG_20181115_142503CON LE MANI CREIAMO GLI ALBERI.

La mia mano é speciale. In ogni dito vibra un sogno. (Fabrizio Caramagna)

CLASSE 1^A

CLASSE 1^A

OGNI STAGIONE UN FRUTTO…

Nulla è più fugace della forma esteriore, che appassisce e muta come i fiori di campo all’apparire dell’autunno. (Severino Boezio)

CLASSE 2^A

CLASSE 2^A

IMG_20181129_142223IL TEALTRO E LA MUSICA

Il teatro  non è il paese della realtà: ci sono alberi di cartone, palazzi di tela, un cielo di cartapesta […]. Ma è il paese del vero: ci sono cuori umani dietro le quinte, cuori umani nella sala, cuori umani sul palco. ( Victor Hugo)

CLASSE 3^A

CLASSE 3^A

LA TORRE

Crea con il cuore;  costruisci con la mente. (Anonimo)

CLASSE 4^A

CLASSE 4^A

IMG_20181129_142231

PROGETTI IN PIAZZA

In qualche parte dell’universo c’ė una piazza dove sono conservate – linee luminose – tutte le corse di tutti i bambini. (Fabrizio Caramagna)

Classi 5^A e 5^B

Classi 5^A e 5^B

Giochiamo con i numeri…Classe 1^A

In classe 1^ si scoprono i numeri…

cartellone

 

 

 

 

 

“A me non piace la matematica… I numeri non servono a niente!! Uffaaaa…. che noia!!”

Dopo un attimo di perplessità, i bambini trovano una sfilza di usi dei numeri e ci lasciamo convincere che, in fondo, anche la matematica può servire a qualcosa.

E ne nasce un cartellone di cui sono estremamente orgogliosi e fieri: sì, perchè hanno convinto le maestre.

“Costruiamo la linea dei numeri”

linea numeri (2)

 

Ai bambini vengono distribuiti casualmente dei cartellini sui quali sono stati distribuiti i numeri.

 

 

Poi, uno alla volta provano a rimettere in ordine i numeri sulla “linea” che è una corda.

linea numeri (9)

“Maestra, cosa ci dobbiamo fare con questi numeri?”

“Giochiamo”

“E con quelle corde, che ci fai?”

“Vi lego… siete i miei numeri e non voglio che scappiate via”

“Ma allora ci leghiamo i nostri cartellini…”

“Certo”

“Sì ma in ordine che se no non si capisce niente!”

“Sono d’accordo. Mi aiutate?”

“SÌÌÌÌÌÌ”

Prima li mettiamo in ordine e poi scopriamo che la linea-corda si muove e, nella corda, il nodo è la partenza, è lo zero… a piccoli passi, andiamo avanti.

linea numeri quad (1) linea numeri quad (2)

 

 

 

Poi si passa a costruire la linea dei numeri con un filo di lana per metterla sul quaderno. Lo zero, la partenza, lo scriviamo a mano, per ricordarcelo meglio.

 

GIOCO DELLA SCALA DEI NUMERI  FINO  A 20

Prima mettiamo in ordine i numeri… e poi pronti per giocare.

Chi arriverà per primo a 20?

giochiamo (2)

 

 

 

Partiamo dal 10 e lanciamo i dadi. Confrontiamo il numero che è uscito. Chi ha il numero maggiore va avanti chi ha quello minore va indietro, di tanti passi quanti ne indica il numero del dado. Ora vado aavanti io, poi vai avanti tu…Vince chi per primo raggiunge il 20 senza “avanzi”

giochiamo (1)

 

  
prepariamo il gioco (1)  

 Non tutto ciò che può essere contato conta e non tutto ciò che conta può essere contato.

(Albert Einstein)

Ci vediamo in piazza? A Ferrara

L’uscita didattica di plesso del 25 ottobre ha rappresentato il lancio del progetto “Ci vediamo in piazza?”La meta scelta è stata la città di Ferrara. 

IMG_20181025_132828

 

 

 

 

 

IMG_20181025_105742

 

 

 

 

 

 

 

I bambini e le insegnanti hanno potuto ammirare il castello degli Estense in tutta la sua bellezza. Ne hanno conosciuto origini e storia, grazie alle guide che ne hanno raccontato e mostrato le sale interne.

5

 

 

 

 

 

 

Gli alunni hanno potuto osservare il castello anche all’esterno, soffermandosi sul fossato che zampillava e immaginando che un tempo una creatura fantastica potesse abitarvi.

IMG_20181025_120035

 

 

 

 

 

 

La lunga passeggiata fino a Piazza Trento e Trieste, un tempo piazza delle Erbe, perchè è lí che veniva fatto il mercato, ha permesso a grandi e piccini di catturare il fascino di una città ricca di storia.

IMG_20181025_134444

Qui, abbiamo ascoltato la fiaba “Il mostro del castello” raccontata dalla maestra Rossella su due principini che dapprima sono soli, successivamente riescono a fare amicizia con altri bambini, condividendo la gioia di stare insieme e riunendosi, infine, proprio in una grande piazza.

 

67

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Infine, prima di tornare a casa tutti gli alunni hanno ricevuto in dono il pane tipico ferrarese appena sfornato, cioè la coppia ferrarese in ricordo di una bellissima giornata trascorsa in allegria.

IMG_20181026_080814

 

LIBRIAMOCI A SCUOLA: Settimana dedicata alla lettura a “voce alta”

LogoLAS18C-uai-258x335

Giornate di lettura nelle scuole

In occasione della settimana della lettura che va dal 22 al 27 ottobre 2018, tutte le classi del plesso hanno scelto delle letture da leggere ad alta voce e con modalità diverse.

hiDReoRrIQfe_s4-mb

 

 

La lettura scelta dall’insegnante di classe 2^ è “Un folletto a righe” di Maria Pouncel.

 

IMG_20181108_083152

 

 

 

Le letture ad alta voce proposte dall’insegnante di classe 3^, riguardano l’ambito musicale: “Filtri e pozioni all’opera” (Turandot e Tosca).

IMG_20181108_233500

 

 

Attività della classe 4^: Lettura di testi narrativi scritti in coppia dagli alunni conbinomio fantastico.

 

 

 

 

IMG_20181108_083546

Gli alunni di 5^ A leggono ai bambini di prima delle storie inventate da loro dal titolo “La foglia sono io”. Immedesimandosi nella foglia da loro creata con la tecnica del frottage, i grandoni di quinta raccontano, in un testo narrativo, un viaggio arricchito da emozioni e sentimenti condotto da loro in quanto foglia.

IMG-20181110-WA0006

Gli alunni di 5^ B raccontano ai bambini di prima la storia di Ferrara attraverso le immagini proiettate sulla LIM;  l’uscita di plesso infatti sarà proprio in questa bellissima città.

 

Progetto AlimentiAMO la salute!

“Alimentiamo la salute”

Nel giorno di giovedì 11 ottobre, la nostra scuola ha aderito al Progetto AlimentiAMO la salute, proposto dal Mercato ortofrutticolo di Cesena, in collaborazione con l’Istituto Oncologico Romagnolo. Il progetto ha avuto lo scopo di sensibilizzare i bambini a una sana alimentazione, spingendo sull’importanza di un consumo quotidiano di frutta e verdura.

dig

Da tempo, come plesso, abbiamo concordato due giornate in cui i bambini portano frutta o verdura per merenda. Inoltre, Il progetto rientra perfettamente come tematica dell’anno, perché il 2018 è stato inaugurato come Anno nazionale del cibo italiano.

 Attraverso divertenti laboratori è stato trasmesso agli alunni il concetto della stagionalità dell’ortofrutta, i prodotti ortofrutticoli nell’arte e il beneficio che la frutta e la verdura fresche hanno sulla salute.

CLASSE 1^A – “Conosciamo la frutta e la verdura”

IMG-20181022-WA0017

CLASSE 2^A – “Conosciamo la frutta e la verdura”

IMG_20181104_103204

CLASSE 3^A – “Quanto ne so di frutta e verdura”

IMG_20181011_110733

CLASSE 4^A -“La stagionalità della frutta e della verdura”

IMG_20181011_120015

CLASSE 5^A – “Divertiamoci con quiz e cruciverba su frutta e verdura”

IMG_20181104_103611

CLASSE 5^B -“Frutta e verdura nell’arte”

Dopo i laboratori, condotti dalle biologhe dello Ior, la mattinata si è conclusa con una merenda ricca di frutta di stagione.

IMG-20181022-WA0016

 

Ci vediamo in piazza?

Immagine

Con questa frase semplice ma chiara, si comunica ad un amico che l’IN–CONTRO atteso avverrà nel solito posto. Questa espressione, però, va oltre il suo significato puramente letterale: indica precisamente cos’è una piazza…

La piazza è uno spazio privilegiato, il luogo dell’incontro, dell’amicizia, dello scambio…

La scuola, come la piazza, è rimasta l’unico luogo o uno dei pochissimi luoghi in cui si incontrano tutti.

La caratteristica della scuola è quella di essere un luogo d’incontro di tutti come una grande piazza.

“IN QUALCHE PARTE DELL’UNIVERSO C’È UNA PIAZZA DOVE SONO CONSERVATE – LINEE LUMINOSE – TUTTE LE CORSE DI TUTTI I BAMBINI.”

Fabrizio Caramagna

Ci vediamo in piazza

PROGETTO RODARI

Referenti del progetto

Mastore Rossella      Neri Antonella      Zanchini Giovanna

È arrivato l’Autunno! Foglie con la tecnica del frottage.

Laboratorio Bruno Munari: LIBERIAMO LA FANTASIA!
Le classi 5°A e 5°B sperimentano la tecnica del frottage su materiali da riciclo, usando i colori in maniera creativa.

IMG_20180924_135811

Allestimento tavoli per il frottage

IMG_20180924_141632

L’immaginazione è l’aquilone più alto sul quale si possa volare.

Giochi di colori

Giochi di colori

La creatività è inventare, sperimentare, crescere, assumersi rischi, rompere regole, fare errori e divertirsi. (Mary Lou Cook)

La creatività è inventare, sperimentare, crescere, assumersi rischi, rompere regole, fare errori e divertirsi. (Mary Lou Cook)

IMG_20181001_151724

Momenti di riflessione sugli elaborati

IMG_20181008_144158

La foglia sono io!

IMG_20181008_144445

La mia foglia è un fiore!

Siamo tornati a scuola! Accoglienza CLASSE PRIMA!

 

Nel primo giorno di scuola, i ragazzi di 5^A e 5^B hanno accolto i bambini di classe prima. Attraverso un biglietto aereo consegnato dai “grandoni”, i più piccoli hanno potuto accedere alla loro classe, guidati dai tutor. Il viaggio dei piccolini è iniziato con un tour per conoscere gli spazi comuni della scuola.

I ragazzi di quinta li hanno affiancati per tutto il tempo e saranno la loro guida durante questo  nuovo anno scolastico.

IMG_20181009_190147IMG_20180917_084430IMG_20180917_084730IMG_20180917_084931

IMG_20181009_190240

Continuità scuola Infanzia-Primaria

Le insegnanti delle classi 4A e B hanno progettato insieme ai loro alunni un gioco da tavolo di grandi dimensioni, incentrato su “La cerva fatata” di Basile, una fiaba a loro molto nota.

Successivamente, hanno inviato un video ai bambini della scuola dell’ Infanzia di Calabrina con le indicazioni per poter giocare a questo gioco.

Poi, durante il momento della continuità fra i bambini piccoli della scuola dell’ Infanzia e quelli grandi della scuola Primaria, si è potuto giocare fisicamente e concretamente, muovendosi all’interno del tabellone in base alle indicazioni (avanti, a destra, a sinistra), per poter raggiungere l’obiettivo.

IMG_20180419_094538IMG_20180419_094606IMG_20180419_100314IMG_20180419_094521

Alla fattoria neolitica

Sabato 24 marzo, la classe 3 ha effettuato l’uscita didattica alla fattoria “Il campo dei fiori” seguendo il percorso “La fattoria neolitica”.

Insieme ai proprietari e gestori del luogo, i bambini hanno potuto sperimentare alcune attività che gli uomini del Neolitico svolgevano.

I bambini hanno schiacciato i semi di grano con un sasso per ricavare la farina.

IMG_20180324_102748

Seguendo le istruzioni i bambini hanno montato e annodato canne per costruire l’impalcatura delle capanne.

IMG_20180324_101801

A coppie i bambini sperimentavano il trasporto su rulli di legno.

IMG_20180324_100837

Tiro con l’arco per simulare la caccia degli animali.

IMG_20180324_100720

Usando il telaio, i bambini hanno intrecciato fili di lana per intessere teli.

IMG_20180324_102127

E infine la cottura della carne come merenda!

IMG_20180324_101229

Scienze come veri botanici

La classe 4A sperimenta l’autotrofia delle piante attraverso il sedano immerso in una sostanza colorata.

38

La riproduzione dei vegetali con talea. Tramite un rametto di rosa, schiacciato, immerso nel radicante e inserito nel terreno, impariamo a prenderci cura di una pianta e a farla crescere.

40

42

Un ospite a scuola

Gli alunni della classe 1 hanno incontrato l’autrice del loro libro di testo, Maria Rosa Montini, insegnante in pensione che ha raccontato come ha preso vita l’idea alla quale ha seguito la stesura del libro di testo.

Insieme ai bambini ha proposto divertenti giochi di parole e letture.

IMG-20180328-WA0045

IMG-20180328-WA0043

Carnevale in compagnia!

Martedì 13 febbraio, ultimo giorno di Carnevale, le insegnanti hanno festeggiato con i bambini di tutto il plesso invitando a scuola il narratore-burattinaio Vladimiro Strinati che ha presentato lo spettacolo di burattini “Il castello degli spaventi” .

IMG_20180213_104343