La memoria del cuore…

Il giorno 27 gennaio è il giorno della memoria, il giorno in cui bisogna ricordarsi che TUTTI siamo UGUALI con pari diritti e doveri, pari dignità e opportunità.

NO alla DISCRIMINAZIONE

NO alla VIOLENZA

NO al RAZZISMO

Ricordarsi che uno scempio e un orrore come quello accaduto durante la Seconda Guerra Mondiale non deve ripetersi

MAI PIÙ!!!!!

IMG_20190205_110217

Disegni dei ragazzi di 5^A

Disegni dei ragazzi di 5^A

IMG_20190205_110225

IMG_20190204_182941

Nel giorno della commemorazione delle tantissime vittime dell’Olocausto, insegnanti e alunni gli hanno voluto rendere omaggio nella piazza della scuola.

Acrostico creato dalla classe 4^A

Acrostico creato dalla classe 4^A

Tra le note del canto GAM GAM, bambini e adulti si sono riuniti e hanno ascoltato i ragazzi di quinta che hanno spiegato il significato di questo giorno e la storia degli Ebrei.

IMG_20190128_104038

In seguito la maestra Rossella ha letto la storia “Il volo di Sara”, storia scelta da tutte le docenti e apprezzata dai bambini.

IMG_20190209_165350IMG_20190209_165859

Infine, ogni bambino ha appoggiato simbolicamente al suolo un sasso, gesto compiuto dagli Ebrei sulle tombe dei defunti, che ha il valore del “ricordo“, significa “ricordarsi dei propri cari, ricordarsi delle proprie origini”. 

IMG_20190128_110123IMG_20190128_110356IMG_20190128_110448IMG_20190128_110534

Tutto cambia, tutto si trasforma…

Tutte le classi del plesso contribuiscono all’allestimento della nostra grande piazza di Gattolino. Chi con progetti, chi con tematiche che cambiano in base alle stagioni, chi con opere da costruire insieme.

IMG_20190208_134529

 

 

 

In una piazza c’è sempre un castello antico custode di una bella fiaba

 

 

 

IMG_20190208_134603

 

 

 

L’ orologio segna il tempo che scorre inesorabilmente, testimone di ciò che è stato, di ciò che è e di ciò che sarà.

 

 

Le mani diventano alberi imbiancati dall’inverno di bianco vestite come spose

IMG_20190208_134626

Fiocchi di neve danzano tra le fiabe incantate
IMG_20190125_111356

Una torre rifugio dalle intemperie simbolo di crescita e maturazione personale. Mattoncino dopo mattoncino si diventa grandi…
IMG_20190208_134932

I progetti ravvivano le idee, la mente vivace sempre in continuo mutamento…
IMG_20190208_134847Creare progetti di piazza attraverso forme geometriche sempre più complesse

IMG_20190208_134701

“Un albero il cui tronco si può a malapena abbracciare nasce da un minuscolo germoglio.
Una torre alta nove piani incomincia con un mucchietto di terra.
Un viaggio di mille miglia comincia con un solo passo.”
(Lao Tzu)

Un dono per i genitori

In occasione del Natale, le insegnanti del plesso “Gianni Rodari” hanno offerto a tutti i genitori la possibilità di assistere ai laboratori teatrali condotti dalla maestra Rossella.

L’ entrata dei genitori a scuola è stata pianificata in palestra, luogo in cui si svolgono normalmente i laboratori, e i giorni sono stati concordati e diversificati in base all’orario scolastico. Questa occasione è stata vissuta dai bambini e dalle insegnanti come un dono speciale, un momento di condivisione importante.

Il cerchio magico. L’energia passa attraverso le mani dei bambini.

IMG_20190123_191330

Gioco di ascolto: “Il filo del telefono”

foto 8

Ecco alcuni attimi che vedono ritratti, non solo i bambini, ma anche i genitori che hanno accettato volentieri di partecipare alle attività.

Giochi di imitazione: “Il gioco dei dieci cerchi”.

IMG_20190123_191120

IMG_20190123_191139

IMG_20190123_191057

La consegna del proprio nome al cerchio magico avviene all’inizio delle attività e rappresenta uno degli esercizi di routine del laboratorio teatrale.

IMG_20190123_205204

I genitori simulano delle situazioni quotidiane improvvisandole sul momento come hanno fatto i bambini.

DSC02652

DSC02655

Altre situazioni d’improvvisazione ideate dai bambini, utilizzando solo il corpo, senza la voce.

IMG_20190123_204658

DSC00798

DSC00797

“Il gioco del re”: Un bambino rappresenta il sovrano e tutti gli altri sono i giullari di corte. Il re non deve sorridere, i sudditi provano a farlo ridere adoperando solo gesti ed espressione mimica-facciale.

IMG_20190123_204433

La settimana aperta ai genitori è stata apprezzata e tutti hanno espresso pareri positivi.

Per i bambini è stata una bellissima esperienza!

Laboratori pomeridiani a classi aperte. CLASSI 1° A – 5°A – 5°B

Durante le attività laboratoriali svolte al pomeriggio, le classi quinte preparano assieme ai piccolini di prima il biglietto e un regalo per i loro genitori in occasione delle festività di Natale.

IMG_20181210_145252

Tagliando il panno lenci a forma di cuore (tre grandezze diverse), gli alunni iniziano a creare il loro albero di Natale personalizzato. I tutor di quinta aiutano i più piccoli nel taglio delle forme e in seguito nell’assemblaggio delle varie parti.

IMG_20181210_145622

I cuoricini rossi costituiranno la punta dell’albero dove verrà applicato un cordoncino bianco, che permetterà di appenderlo.

IMG_20181210_145225

IMG_20181210_152834

Alla fine ogni bambino applicherà delle palline rosse ritagliate dal panno lenci e personalizzerà il proprio albero. Inoltre verrà realizzato il biglietto con la tecnica del pop-up.

IMG_20181210_154542

IMG_20190123_083324

IMG_20190123_185031

Il nostro Natale nella grande piazza della scuola

 

IMG_20181220_110256

Il coro dei bambini del corso d’inglese insieme al loro maestro, che suona la chitarra, dedicano a tutto il plesso la canzone:                    “We wish you a Marry Christmas”

La festa è rallegrata dalla presenza di due nonni che cantano e suonano con la fisarmonica canti natalizi e melodie della tradizione romagnola.

IMG_20181220_103315

IMG_20181220_104339

IMG_20190106_230530

Nella piazza è stato decorato l’albero di Natale a cui ogni bambino ha donato una pallina.

IMG_20190106_225247

IMG_20181217_105304

Ogni classe ha allestito il proprio spazio, rendendolo natalizio.

IMG_20181213_104141

IMG_20181213_104132

Durante la giornata di festa le maestre hanno offerto a tutti i bambini una dolce merenda.

IMG_20190106_232500

La nostra piazza…Work in progress

Il nostro salone si trasforma in una piazza grazie al contributo di tutte le classi del plesso.

Lasciamo le nostre impronte

Lasciamo le nostre impronte

IMG_20181114_103202

 

Le dita di una mano: cinque punti cardinali che puntano verso l’infinito. (Fabrizio Caramagna)

Cartellone  realizzato con la collaborazione di tutti i bambini del plesso.

IMG_20181115_142503CON LE MANI CREIAMO GLI ALBERI.

La mia mano é speciale. In ogni dito vibra un sogno. (Fabrizio Caramagna)

CLASSE 1^A

CLASSE 1^A

OGNI STAGIONE UN FRUTTO…

Nulla è più fugace della forma esteriore, che appassisce e muta come i fiori di campo all’apparire dell’autunno. (Severino Boezio)

CLASSE 2^A

CLASSE 2^A

IMG_20181129_142223IL TEALTRO E LA MUSICA

Il teatro  non è il paese della realtà: ci sono alberi di cartone, palazzi di tela, un cielo di cartapesta […]. Ma è il paese del vero: ci sono cuori umani dietro le quinte, cuori umani nella sala, cuori umani sul palco. ( Victor Hugo)

CLASSE 3^A

CLASSE 3^A

LA TORRE

Crea con il cuore;  costruisci con la mente. (Anonimo)

CLASSE 4^A

CLASSE 4^A

IMG_20181129_142231

PROGETTI IN PIAZZA

In qualche parte dell’universo c’ė una piazza dove sono conservate – linee luminose – tutte le corse di tutti i bambini. (Fabrizio Caramagna)

Classi 5^A e 5^B

Classi 5^A e 5^B

Giochiamo con i numeri…Classe 1^A

In classe 1^ si scoprono i numeri…

cartellone

 

 

 

 

 

“A me non piace la matematica… I numeri non servono a niente!! Uffaaaa…. che noia!!”

Dopo un attimo di perplessità, i bambini trovano una sfilza di usi dei numeri e ci lasciamo convincere che, in fondo, anche la matematica può servire a qualcosa.

E ne nasce un cartellone di cui sono estremamente orgogliosi e fieri: sì, perchè hanno convinto le maestre.

“Costruiamo la linea dei numeri”

linea numeri (2)

 

Ai bambini vengono distribuiti casualmente dei cartellini sui quali sono stati distribuiti i numeri.

 

 

Poi, uno alla volta provano a rimettere in ordine i numeri sulla “linea” che è una corda.

linea numeri (9)

“Maestra, cosa ci dobbiamo fare con questi numeri?”

“Giochiamo”

“E con quelle corde, che ci fai?”

“Vi lego… siete i miei numeri e non voglio che scappiate via”

“Ma allora ci leghiamo i nostri cartellini…”

“Certo”

“Sì ma in ordine che se no non si capisce niente!”

“Sono d’accordo. Mi aiutate?”

“SÌÌÌÌÌÌ”

Prima li mettiamo in ordine e poi scopriamo che la linea-corda si muove e, nella corda, il nodo è la partenza, è lo zero… a piccoli passi, andiamo avanti.

linea numeri quad (1) linea numeri quad (2)

 

 

 

Poi si passa a costruire la linea dei numeri con un filo di lana per metterla sul quaderno. Lo zero, la partenza, lo scriviamo a mano, per ricordarcelo meglio.

 

GIOCO DELLA SCALA DEI NUMERI  FINO  A 20

Prima mettiamo in ordine i numeri… e poi pronti per giocare.

Chi arriverà per primo a 20?

giochiamo (2)

 

 

 

Partiamo dal 10 e lanciamo i dadi. Confrontiamo il numero che è uscito. Chi ha il numero maggiore va avanti chi ha quello minore va indietro, di tanti passi quanti ne indica il numero del dado. Ora vado aavanti io, poi vai avanti tu…Vince chi per primo raggiunge il 20 senza “avanzi”

giochiamo (1)

 

  
prepariamo il gioco (1)  

 Non tutto ciò che può essere contato conta e non tutto ciò che conta può essere contato.

(Albert Einstein)

Ci vediamo in piazza? A Ferrara

L’uscita didattica di plesso del 25 ottobre ha rappresentato il lancio del progetto “Ci vediamo in piazza?”La meta scelta è stata la città di Ferrara. 

IMG_20181025_132828

 

 

 

 

 

IMG_20181025_105742

 

 

 

 

 

 

 

I bambini e le insegnanti hanno potuto ammirare il castello degli Estense in tutta la sua bellezza. Ne hanno conosciuto origini e storia, grazie alle guide che ne hanno raccontato e mostrato le sale interne.

5

 

 

 

 

 

 

Gli alunni hanno potuto osservare il castello anche all’esterno, soffermandosi sul fossato che zampillava e immaginando che un tempo una creatura fantastica potesse abitarvi.

IMG_20181025_120035

 

 

 

 

 

 

La lunga passeggiata fino a Piazza Trento e Trieste, un tempo piazza delle Erbe, perchè è lí che veniva fatto il mercato, ha permesso a grandi e piccini di catturare il fascino di una città ricca di storia.

IMG_20181025_134444

Qui, abbiamo ascoltato la fiaba “Il mostro del castello” raccontata dalla maestra Rossella su due principini che dapprima sono soli, successivamente riescono a fare amicizia con altri bambini, condividendo la gioia di stare insieme e riunendosi, infine, proprio in una grande piazza.

 

67

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Infine, prima di tornare a casa tutti gli alunni hanno ricevuto in dono il pane tipico ferrarese appena sfornato, cioè la coppia ferrarese in ricordo di una bellissima giornata trascorsa in allegria.

IMG_20181026_080814

 

LIBRIAMOCI A SCUOLA: Settimana dedicata alla lettura a “voce alta”

LogoLAS18C-uai-258x335

Giornate di lettura nelle scuole

In occasione della settimana della lettura che va dal 22 al 27 ottobre 2018, tutte le classi del plesso hanno scelto delle letture da leggere ad alta voce e con modalità diverse.

hiDReoRrIQfe_s4-mb

 

 

La lettura scelta dall’insegnante di classe 2^ è “Un folletto a righe” di Maria Pouncel.

 

IMG_20181108_083152

 

 

 

Le letture ad alta voce proposte dall’insegnante di classe 3^, riguardano l’ambito musicale: “Filtri e pozioni all’opera” (Turandot e Tosca).

IMG_20181108_233500

 

 

Attività della classe 4^: Lettura di testi narrativi scritti in coppia dagli alunni conbinomio fantastico.

 

 

 

 

IMG_20181108_083546

Gli alunni di 5^ A leggono ai bambini di prima delle storie inventate da loro dal titolo “La foglia sono io”. Immedesimandosi nella foglia da loro creata con la tecnica del frottage, i grandoni di quinta raccontano, in un testo narrativo, un viaggio arricchito da emozioni e sentimenti condotto da loro in quanto foglia.

IMG-20181110-WA0006

Gli alunni di 5^ B raccontano ai bambini di prima la storia di Ferrara attraverso le immagini proiettate sulla LIM;  l’uscita di plesso infatti sarà proprio in questa bellissima città.

 

Progetto AlimentiAMO la salute!

“Alimentiamo la salute”

Nel giorno di giovedì 11 ottobre, la nostra scuola ha aderito al Progetto AlimentiAMO la salute, proposto dal Mercato ortofrutticolo di Cesena, in collaborazione con l’Istituto Oncologico Romagnolo. Il progetto ha avuto lo scopo di sensibilizzare i bambini a una sana alimentazione, spingendo sull’importanza di un consumo quotidiano di frutta e verdura.

dig

Da tempo, come plesso, abbiamo concordato due giornate in cui i bambini portano frutta o verdura per merenda. Inoltre, Il progetto rientra perfettamente come tematica dell’anno, perché il 2018 è stato inaugurato come Anno nazionale del cibo italiano.

 Attraverso divertenti laboratori è stato trasmesso agli alunni il concetto della stagionalità dell’ortofrutta, i prodotti ortofrutticoli nell’arte e il beneficio che la frutta e la verdura fresche hanno sulla salute.

CLASSE 1^A – “Conosciamo la frutta e la verdura”

IMG-20181022-WA0017

CLASSE 2^A – “Conosciamo la frutta e la verdura”

IMG_20181104_103204

CLASSE 3^A – “Quanto ne so di frutta e verdura”

IMG_20181011_110733

CLASSE 4^A -“La stagionalità della frutta e della verdura”

IMG_20181011_120015

CLASSE 5^A – “Divertiamoci con quiz e cruciverba su frutta e verdura”

IMG_20181104_103611

CLASSE 5^B -“Frutta e verdura nell’arte”

Dopo i laboratori, condotti dalle biologhe dello Ior, la mattinata si è conclusa con una merenda ricca di frutta di stagione.

IMG-20181022-WA0016

 

Ci vediamo in piazza?

Immagine

Con questa frase semplice ma chiara, si comunica ad un amico che l’IN–CONTRO atteso avverrà nel solito posto. Questa espressione, però, va oltre il suo significato puramente letterale: indica precisamente cos’è una piazza…

La piazza è uno spazio privilegiato, il luogo dell’incontro, dell’amicizia, dello scambio…

La scuola, come la piazza, è rimasta l’unico luogo o uno dei pochissimi luoghi in cui si incontrano tutti.

La caratteristica della scuola è quella di essere un luogo d’incontro di tutti come una grande piazza.

“IN QUALCHE PARTE DELL’UNIVERSO C’È UNA PIAZZA DOVE SONO CONSERVATE – LINEE LUMINOSE – TUTTE LE CORSE DI TUTTI I BAMBINI.”

Fabrizio Caramagna

Ci vediamo in piazza

PROGETTO RODARI

Referenti del progetto

Mastore Rossella      Neri Antonella      Zanchini Giovanna

È arrivato l’Autunno! Foglie con la tecnica del frottage.

Laboratorio Bruno Munari: LIBERIAMO LA FANTASIA!
Le classi 5°A e 5°B sperimentano la tecnica del frottage su materiali da riciclo, usando i colori in maniera creativa.

IMG_20180924_135811

Allestimento tavoli per il frottage

IMG_20180924_141632

L’immaginazione è l’aquilone più alto sul quale si possa volare.

IMG_20180924_141645

Giochi di colori

IMG_20180924_151505

La creatività è inventare, sperimentare, crescere, assumersi rischi, rompere regole, fare errori e divertirsi. (Mary Lou Cook)

IMG_20181001_151724

Momenti di riflessione sugli elaborati

IMG_20181008_144158

La foglia sono io!

IMG_20181008_144445

La mia foglia è un fiore!

Siamo tornati a scuola! Accoglienza CLASSE PRIMA!

 

Nel primo giorno di scuola, i ragazzi di 5^A e 5^B hanno accolto i bambini di classe prima. Attraverso un biglietto aereo consegnato dai “grandoni”, i più piccoli hanno potuto accedere alla loro classe, guidati dai tutor. Il viaggio dei piccolini è iniziato con un tour per conoscere gli spazi comuni della scuola.

I ragazzi di quinta li hanno affiancati per tutto il tempo e saranno la loro guida durante questo  nuovo anno scolastico.

IMG_20181009_190147IMG_20180917_084430IMG_20180917_084730IMG_20180917_084931

IMG_20181009_190240

Continuità scuola Infanzia-Primaria

Le insegnanti delle classi 4A e B hanno progettato insieme ai loro alunni un gioco da tavolo di grandi dimensioni, incentrato su “La cerva fatata” di Basile, una fiaba a loro molto nota.

Successivamente, hanno inviato un video ai bambini della scuola dell’ Infanzia di Calabrina con le indicazioni per poter giocare a questo gioco.

Poi, durante il momento della continuità fra i bambini piccoli della scuola dell’ Infanzia e quelli grandi della scuola Primaria, si è potuto giocare fisicamente e concretamente, muovendosi all’interno del tabellone in base alle indicazioni (avanti, a destra, a sinistra), per poter raggiungere l’obiettivo.

IMG_20180419_094538IMG_20180419_094606IMG_20180419_100314IMG_20180419_094521

Alla fattoria neolitica

Sabato 24 marzo, la classe 3 ha effettuato l’uscita didattica alla fattoria “Il campo dei fiori” seguendo il percorso “La fattoria neolitica”.

Insieme ai proprietari e gestori del luogo, i bambini hanno potuto sperimentare alcune attività che gli uomini del Neolitico svolgevano.

I bambini hanno schiacciato i semi di grano con un sasso per ricavare la farina.

IMG_20180324_102748

Seguendo le istruzioni i bambini hanno montato e annodato canne per costruire l’impalcatura delle capanne.

IMG_20180324_101801

A coppie i bambini sperimentavano il trasporto su rulli di legno.

IMG_20180324_100837

Tiro con l’arco per simulare la caccia degli animali.

IMG_20180324_100720

Usando il telaio, i bambini hanno intrecciato fili di lana per intessere teli.

IMG_20180324_102127

E infine la cottura della carne come merenda!

IMG_20180324_101229

Scienze come veri botanici

La classe 4A sperimenta l’autotrofia delle piante attraverso il sedano immerso in una sostanza colorata.

38

La riproduzione dei vegetali con talea. Tramite un rametto di rosa, schiacciato, immerso nel radicante e inserito nel terreno, impariamo a prenderci cura di una pianta e a farla crescere.

40

42

Un ospite a scuola

Gli alunni della classe 1 hanno incontrato l’autrice del loro libro di testo, Maria Rosa Montini, insegnante in pensione che ha raccontato come ha preso vita l’idea alla quale ha seguito la stesura del libro di testo.

Insieme ai bambini ha proposto divertenti giochi di parole e letture.

IMG-20180328-WA0045

IMG-20180328-WA0043

Carnevale in compagnia!

Martedì 13 febbraio, ultimo giorno di Carnevale, le insegnanti hanno festeggiato con i bambini di tutto il plesso invitando a scuola il narratore-burattinaio Vladimiro Strinati che ha presentato lo spettacolo di burattini “Il castello degli spaventi” .

IMG_20180213_104343

27 gennaio – Giornata della memoria

Le classi del plesso hanno ricordato con i propri alunni la Giornata della Memoria, attraverso letture di libri, poesie e illustrazioni.

 Le classi prima e seconda hanno letto il libro “Otto. Autobiografia di un orsacchiotto.”

Successivamente, ciascun bambino ha illustrato la scena che più lo aveva colpito.

IMG_20180129_125829

IMG_20180127_122612

La classe terza ha letto e commentato la poesia di Tonino Guerra “La farfala”

IMG_20180127_120938

Le classi quarte hanno letto e commentato il libro “Mai più”

IMG_20180127_121747

La classe quinta ha approfondito l’argomento della Giornata della Memoria passando per lo studio del periodo storico che lo ha caratterizzato, leggendo tratti del

Diario di Anna Frank

IMG_20180127_122046

IMG_20180127_122033 

IMG_20180127_122057

Io sono Tantetinte

Attività alternativa all’ insegnamento della religione cattolica: i bambini della classe prima e seconda che non usufruiscono dell’insegnamento della religione cattolica, disegnano e decorano il pesciolino Tantetinte, successivamente alla lettura del libro.

31 27 20 15 14 11 4 2

21-12-2017 “Il Natale ai tempi dei nonni”

Un lettone scaldato con il prete, la luce fioca di una candela, il camino acceso, un albero colorato e una bella fiaba: ecco gli ingredienti del Natale come lo abbiamo vissuto a scuola, insieme ai bambini, come era al tempo dei nonni.

IMG_20171221_094903 

IMG_20171221_110403

IMG_20171221_110809

 

L’insegnante Mastore, nei panni di una nonna, legge la fiaba dei fratelli Grimm “La casa del bosco”, mentre le altre insegnanti, ritornate bambine, ascoltano incantate le sue parole, insieme agli alunni, il nostro pubblico!

… Tutti in pigiama!

IMG-20171221-WA0035 (1)

IMG-20171221-WA0027

IMG_20171221_114017

Non poteva mancare il lieto fine:

“…perchè la bontà del cuore, alla fine, genera sempre amore…”

IMG_20171221_114137

 I bambini hanno, infine, gustato dei cioccolatini a forma di cuore con messaggini d’amore e d’amicizia all’interno.

IMG_20171221_114905

BUONE FESTE!!!

Attività di “LIGHT-PAINTING”

 

La classe 5A gioca con la luce

…scriviamo il nostro nome e facciamo alcuni “scarabocchi”

IMG_0468

IMG_0469

IMG_0029

IMG_0465

Per disegnare con la luce dobbiamo scrivere nell’aria, con una torcia, il nostro nome al contrario… Attraverso la macchina fotografica, che funziona come uno specchio, il nostro nome apparirà magicamente scritto “dritto”…

Progetto Perrault-Basile: esperienza di Job Shadowing

Venerdì 24 novembre abbiamo aderito all’ esperienza di Job Shadowing, nella quale tre insegnanti francesi, provenienti dalla città di Nimes, sono venuti in visita nelle scuole del nostro circolo per uno scambio didattico e culturale.

In particolare, si soffermeranno ad osservare le modalità operative ed esperienziali delle classi quarte e quinta.

Jpeg

Un insegnante del plesso Rodari, travestita da anziana signora, legge e interpreta per tutti gli alunni della scuola la fiaba di Pollicino nel salone della scuola, per dare l’accoglienza alle nostre ospiti francesi.

Il progetto di questo anno scolastico, infatti, è incentrato sulle fiabe, riprendendo il concetto di narrazione e trasmissione orale, come accadeva ai tempi dei nonni.

Jpeg

Jpeg

In classe 5A gli alunni stanno riproducendo la circolazione sanguigna utilizzando fili di lana colorati per simulare lo scorrimento del sangue all’interno del nostro corpo.

Jpeg

Jpeg

Jpeg

Le classi 4A e B stanno svolgendo un’ attività di geometria concreta in palestra: rappresentano diverse tipologie di linee usando corde colorate che servono a delimitare lo spazio di lavoro.

Jpeg

Jpeg

Jpeg

Gli alunni della 5A stanno svolgendo una lezione del laboratorio teatrale che quest’anno ciascuna classe svilupperà all’interno del curricolo di potenziamento scolastico, avvalendosi dell’ insegnante Mastore, esperta di teatro, per un’ora alla settimana.

In questa fotografia la consegna era improvvisare l’invenzione e la narrazione di una storia iniziata dall’ insegnante e lasciata in sospeso: ogni alunno doveva proseguire il racconto di quello precedente.

Jpeg

Jpeg

“Ho scoperto prestissimo che i migliori compagni di viaggio sono i libri: parlano quando si ha bisogno, tacciono quando si vuole silenzio. Fanno compagnia senza essere invadenti. Danno moltissimo, senza chiedere nulla.” T. Terzani

Lettura animata della favola “Il melo fatato” :

I bambini delle classi 4A e B leggono per i bambini di classe prima e seconda che, alla fine, hanno ricambiato con dei segnalibri fatti a mano da loro. 13
14

15

I bambini della classe 5A leggono “L’ albero e la strega” per i bambini della 3A,  con la tecnica del kamishibai

LETTURA1

LETTURA2

I bambini della classe 5A leggono per la classe prima “Il signor formica“, sempre utilizzando il kamishibai

LETTURA3

Storia e scrittura

I bambini delle classi 4A e B osservano i simboli dell’alfabeto cuneiforme e provano a scrivere il loro nome e cognome con i segni usati in Mesopotamia.

12

Ora incidono in tavolette d’argilla il loro nome con i simboli che hanno osservato. “Diventiamo degli scribi mesopotamici.”

4

68

 

Classe 2A

 Letture interessanti insieme ai compagni della classe prima, e poi…ascoltiamo_una_fiaba_coi_compagni_di_classe_1-¦[1]

… disegniamo le nostre paure in giardino …

Che_bello_leggere_sotto_il_nostro_grande_albero![1] Disegniamo_le_nostre_paure_coi_compagni_di_classe_1-¦_[1] Io_voglio_disegnare_le_mie_paure_da_solo![1]

 

Un po’ di giardinaggio per tenere pulito il giardino della nostra scuola!

Teniamo_pulito_il_cortile_della_nostra_scuola_[1]

Uscita didattica alla Rocca delle Fiabe di Sant’ Agata Feltria

Giovedì 26 ottobre abbiamo dato l’avvio al progetto di plesso con l’uscita didattica al museo permanente della Rocca delle Fiabe di Sant’ Agata Feltria, ritrovando le figure, i simboli e i temi caratteristici delle fiabe.

Alunni e insegnanti del plesso di Gattolino si sono addentrati nel fantastico mondo delle fiabe…

IMG_20171026_123722

IMG_20171026_100620

IMG_20171026_100755

IMG_20171026_115152

IMG_20171026_140708

Nella sala introduttiva, i disegni del professor A. Faeti raffiguranti favolisti di ogni epoca ci hanno introdotto al percorso fiabesco.

IMG_20171026_112052

All’ interno del castello, divisi in gruppi, abbiamo ascoltato la narrazione della fiaba

“La bella Vassilissa” nel “Nido della narrazione”.

IMG_20171026_104926

Nella sala delle “Fanciulle perseguitate” abbiamo ammirato figure di protagoniste femminili di fiabe, accomunate da destini sventurati.

Pelle d’asino

IMG_20171026_112656

Cenerentola in chiave moderna, con aspirapolvere e scarpette a forma di macchina per fare mille faccende e giri.

IMG_20171026_113130

Nella stanza del “Viaggiatore incantato” abbiamo immaginato di vivere viaggi avventurosi.

IMG_20171026_115513

IMG_20171026_115522

Classe 1A

  Filastrocca dell’amicizia per i bimbi della classe prima che hanno iniziato il loro percorso nella scuola primariaIMG_20171019_105920

 

Sono nati i paperi che portano le vocali a scuola

IMG_20171019_110112

IMG_20171019_110059

IMG_20171019_105829

Ecco le vocali tutte colorate!

IMG_20171019_105850

Classe 3A

Con pongo e foglie proviamo a mostrare che i fossili non sono l’oggetto antico,

bensì il residuo, l’impronta lasciata nel corso del tempo.

IMG_20171012_093457

IMG_20171012_093709IMG_20171012_094110IMG_20171012_094107

 

Cerchiamo tramite connessioni logiche, dal concreto all’astratto, di portare i bambini a comprendere il significato del concetto posizionale nella nostra numerazione.

Facciamo un gioco di osservazione e associazione per mostrare come utilizzando gli stessi elementi si possano generare composizioni differenti: allo stesso modo possiamo scrivere numeri diversi usando le stesse cifre, ma in posizioni diverse.

Ecco perchè è così importante la posizione di ciascuna cifra all’interno di un numero.

IMG_20170930_092956

IMG_20170930_092817

Classe 4A – 4B

La scuola è un grande diritto e un’opportunità per tutti i bambini di crescere e valorizzare le proprie competenze.

Partendo dalla visione del DVD che riguarda la scuola di Barbiana di Don Milani, ripercorriamo il significato dello stare a scuola  e delle trasformazioni che nel tempo essa ha vissuto perchè non si perdano di vista gli obiettivi fondanti della scuola.

IMG_20171012_141700

Lavorando sulla filastrocca di B. Tognolini “Filastrocca delle maestre” proseguiamo la riflessione e approfondiamo le metafore utilizzate dall’autore,

fino a inventare un nostro slogan:

“La scuola è sport, allenamento per la mente e il corpo”

IMG_20171012_142801

IMG_20171011_113206

IO SONO… ALICE!

Si va in scena…

untitled

Il lungo percorso annuale del nostro progetto, ha portato noi insegnanti e i nostri fantastici ragazzi a pensare, immaginare e creare tutto quello che vedrete durante il nostro spettacolo.

Ringraziamo sentitamente tutte le famiglie per la loro preziosissima collaborazione nella realizzazione di costumi e scenografie.

BUON DIVERTIMENTO

Abbiamo incontrato Alice e il Bianconiglio…

Lettura del libro di “Alice nel paese delle Meraviglie”

Classi 3^A e 3^B,

Durante le attività didattiche pomeridiane, viene letto il libro che guida il nostro progetto di plesso, per scoprire i personaggi che lo abitano.
ALICE…
“Cara Alice, ti vedo così…”

L’uomo è nato per creare. La vocazione umana è quella di immaginare, inventare, osare nuove imprese
(Michael Novak)

56

…E IL BIANCONIGLIO…
Costruiamo il Bianconiglio con la tecnica dell’origami.

-Alice: Per quanto tempo è per sempre?
-Bianconiglio: A volte, solo un secondo. 

58 59 57 62