Leggimi forte!

Le classi quarte hanno partecipato all’edizione 2018 di Leggimi forte, microfestival di lettura di strada. Infatti, lunedì 4 giugno, in alcune belle piazze della nostra città si sono avvicendate le classi di scuola primaria per leggere brani tratti dai libri e dalle narrazioni scoperte a scuola in questo anno scolastico.

La scelta per le classi quarte che curano l’orto didattico é ricaduta su un testo dal titolo: Vegetale sarai tu.

D345F63A-49A3-4FFF-ADA5-7B673FA7623F

Da questo libro sono stati preparati dei copioni con le interviste più significative:

4A con gli ortaggi

4B con i fiori

4C con gli alberi

20180604_170316 20180604_170531 20180604_170554 20180604_170735 20180604_170856 20180604_185432

 

Parole luce- parole buio…ecco il giornalino!

Grazie all’impegno di una redazione volenterosa e preparata anche quest’anno la scuola Bruno Munari ha sfornato un giornalino scolastico ricco di temi profondi e di interviste a personaggi illustri.

Tema di fondo le parole luce e quelle buio, infatti le parole hanno un peso, possono ferire, salvare, incatenare o liberare. Vanno conosciute, usate con cautela, con generositá. Vanno create. Ma anche custodite ed offerte. Mai sprecate. Sono il tessuto della persona umana.

55B202CF-66EE-4C81-A4DC-42BB107F5080 9EF0BDB7-A7A8-4BD7-A48A-04475B3C5CF5 09C63056-1118-43B5-8A64-B5F7262758BD C6364435-D48A-4102-ADB3-5AF0F661C9E3

 

Borgo in festa!

Si é svolta sabato 26 maggio la festa dedicata a documentare il percorso progettuale delle classi della nostra scuola.

Il giardino si è trasformato in un grande borgo in cui, in ogni rione, si sono svolte attività laboratoriali ed artigianali: artisti, giocattoli, tessitori, cantori, fornai, ceramisti e chi più ne ha più ne metta.

Ecco alcune immagini significative:

Classi prime

C378A55E-542A-4E9D-B532-D4F399BA4CB9 C4F0DE0D-314D-459D-BEBD-FE0D3E00D37F F49BAEA5-1478-48AF-ABCF-22E753D8932B 8C034B34-C944-4278-BDBA-6148F04DE2AB 505AC138-826B-4E0D-B80D-BE726B67ED5F D4366957-9296-45E8-B000-97ABD115EAA9

Classi seconde

D16392FC-6FF3-4909-82C7-DE05FBADDD96 1BF1F097-087B-46B7-9345-C6FD32FBEB01 91AC7CAE-91F8-476E-9639-4F9425EE5115 A7B4F58D-8878-4DC8-95E4-03B7083ACC95 183E0B04-A8AC-4991-8A85-238A55346D8F 6C806503-2C7B-414D-AF0F-C15A3911B780 F0135178-21B5-42F5-A341-DB3EC2256655 6E61D851-E3AD-4AEF-ACC7-74C175AE4EF7

Classi terze

96ACDDA5-6C61-4BBD-9E79-5438413CA51D 67A73D21-885F-4788-ACA5-F2C58581EC57 9445997E-22BD-4FF7-A5A4-CEC05CA5B9B7 051DBEA4-44B7-4483-A8FA-6EC216FC93BA 2659907B-73BA-4EFE-A909-53DDE405F8AB 4BEC6F20-0DD5-49DB-9F59-15ED16DA859E FBD60B4B-2485-4B7E-A9D8-DD9F77F06CAE

Classi quarte

E3573E55-F486-4D10-AC1F-7EB1BEB86B6E 61CF11AC-90F5-476A-8144-D61E7CAE7EC3 3CD8C1B0-8AC7-4D10-B92D-2281CDC4A81F 2964725D-0454-441E-A864-9D5E8BCE59BA 01A0B5FD-90CE-468A-8E8B-32283A846072 0BE74553-5606-42BE-9256-03B1B7DB4E74 FE66302B-E0E3-44CA-87AC-F16651698CB0 63C1746A-6174-433E-9EC6-EFBD5E58E0ED 5A4620B2-124A-4E73-80C8-484BDBF7D344

Classi quinte

91BA0679-D9A0-4A69-BA80-8C50A75142F5 B6C32533-3A33-4BFE-B91A-38CA4884438E AD74F015-1707-49BD-AC27-7B4D10C993F0 0B382BB0-05F3-4A7F-B37A-5B44A88E4692 E0F1522A-C588-4A20-9DB6-1382511AFA72 A1BFD4D4-CB70-4726-B203-370F69B69EB9 11B88398-73B6-4287-BB51-B4D8EDFE93BD 80BF1473-4227-4A0D-8D72-29AAD6A1D002 64107B22-39B5-4F76-8D91-7D3D3CB6076D

Festa al campo di atletica

Sabato 24 marzo le classi quarte hanno partecipato alla festa conclusiva del progetto Benessere giovani 2018.

Sono state svolte 5 lezioni sui fondamentali dell’atletica: salto, corsa e lancio.

Durante la festa i bambini si sono cimentati in prove delle relative abilità: corsa veloce, e corsa ad ostacoli, lancio della pallina e lancio del vortex, salto in lungo e salto in alto.

Una manifestazione ben organizzata che ha visto la partecipazione di circa 400 bambini delle varie istituzioni scolastiche di Cesena.

20180324_09173620180324_09294420180324_10004720180324_101213
Continua a leggere

Abbiamo donato gli occhi agli alberi

La festa di primavera quest’anno é stata dedicata ai nostri amici alberi…i bambini delle varie classi hanno donato loro gli occhi durante una bella cerimonia in cui sono stati appese delle piccole targhe in ceramica con i nomi delle varie piante.

Ogni classe ha valorizzato il momento con la recita di una poesia, un canto, un brano e addirittura un mantra sul respiro del mondo.

IMG-20180328-WA0008IMG-20180328-WA0021

IMG-20180328-WA0012IMG-20180328-WA0003

Nella valigia ho messo…

Anche quest’anno i bambini della nostra scuola hanno avuto il privilegio di partecipare alla celebrazione della Giornata della Memoria promossa dal Comune di Cesena. Momento sempre molto toccante che quest’anno è stato particolarmente coinvolgente grazie all’azione scenica dei bambini delle classi quinte.

“Almeno un milione e mezzo di bambini furono uccisi dai nazisti e dai loro collaboratori: bambini, un milione e mezzo…

Per molti iniziò un viaggio verso un destino buio, su treni e con una valigia riempita frettolosamente; fra le poche cose, certo un giocattolo, un libro, un quaderno…

Di loro resta la valigia, il giocattolo, il libro, il quaderno…

Le loro vite: fumo ed ombra…

Vogliamo  dare voce e presenza a quei  bambini,  dare luce alle loro stelle…

Saranno  le voci degli alunni delle classi quinte della primaria Munari che fin dalla classe prima   hanno partecipato  a questo momento  rievocativo ed educativo  arrivando fin qui  da Sant’ Egidio  con un cammino  della Memoria.

Con loro ci sono gli alunni delle classi 3 4 5 della Scuola Primaria Munari e Collodi.

Le valigie portano un messaggio che è Memoria che crediamo possa  contribuire a cambiare  la Storia, per un domani, in cui nessun filo spinato, costringa vite ed idee nel recinto del disumano, della prevaricazione, della furia irragionevole.

Sono bambini;  è importante ascoltarli nel loro e nostro presente, per il loro futuro quando questa giornata, sabato 27 gennaio 2018 sarà  un ricordo, una Memoria importante da trasmettere.

Oggi, si diceva, è un momento educativo: l’educazione  dipinge  orizzonti aperti, anima e mai confina: è dalla parte della libertà.”

****

I testi letti dai bambini saranno raccolti in un volumetto  che raccoglierà le  loro riflessioni in merito ad un percorso quinquennale di partecipazione alle giornate della Memoria ed alla visita al  Campo di concentramento di Fossoli il prossimo 2 marzo.  Il Progetto delle classi quinte riferito ai Viaggi della Memoria 2018  ha ottenuto il finanziamento da parte dell’Assemblea Regionale dell’Emilia Romagna; la pubblicazione del volumetto e la realizzazione di uno “Scaffale della Memoria” all’interno della Biblioteca di Plesso fanno parte del progetto.

IMG_2704 IMG_2705 IMG_2706 IMG_2707 IMG_2711 IMG_2714 IMG_2716 IMG_2717 IMG_2718 IMG_2719 IMG_2721 IMG_2727 IMG_2730 IMG_2731IMG_2753IMG_2762

Natale per borghi…

IMG-20180102-WA0004
Un paese vuol dire non essere soli, sapere che nella gente, nelle piante, nella terra c’è qualcosa di tuo, che anche quando non ci sei resta ad aspettarti. 
Cesare Pavese, La luna e i falò, 1950

Entrare nell’atrio della scuola è davvero bello nel periodo natalizio!

Ogni gruppo classe ha lasciato traccia del proprio pensiero laborioso preparando un borgo parlante che sa di antico, di poesia, di musica…sa di cose buone.

In questo bel nido accogliente abbiamo vissuto lo scambio  degli auguri con canti e poesie…

Il presepe, curato dalle classi quinte, ha reso tutto ancor piú bello!

Le classi prime

IMG-20180102-WA0006
IMG_2686
Le classi seconde
IMG-20180102-WA0005
IMG_2697
Le classi terze
IMG-20180102-WA0009
IMG_2692
Le classi quarte
IMG-20180102-WA0001
IMG-20180102-WA0003
IMG_2671
IMG_2680
Le classi quinte
IMG-20180102-WA0000
IMG_2651
IMG-20171220-WA0008IMG-20171220-WA0013IMG-20180102-WA0007
IMG_2654
IMG_2662
IMG-20180102-WA0010

 

Scambiamo idee con …Nimes

Bello rivedersi…le insegnanti di Nimes sono tornate a trovarci per condividere con noi un altro pezzettino di strada europea e per conoscere meglio Bruno Munari.

Ecco allora le proposte che le classi quarte e quinte hanno pensato per loro:

I LIBRI ILLEGGIBILI

20180102_15303020180102_15305120180102_15310820180102_15312420180102_153145

LE ROSE NELL’INSALATA

IMG-20171125-WA0012IMG-20171125-WA0010IMG-20171125-WA0011IMG-20171125-WA0009

LE MACCHINE INUTILI

IMG-20171125-WA0019IMG-20171125-WA0020

Siamo nell’aula insegnanti: 70 bambini e maestri.

Un coro: I care; un canto che ci ricorda don Lorenzo Milani.

Con questo ricordo, con note d’emozione, incontriamo le maestre francesi.

Raccontiamo  loro di don Lorenzo. Raccontiamo con parole che incrociano i loro sguardi: assensi, comprensione.

Saliamo nelle aule. Le maestre francesi assistono in 5^ C ad una breve lezione che collega i valori della nostra Costituzione all’esperienza di Barbiana e si soffermano sul quaderno di viaggio realizzato lo scorso anno durante i laboratori.

Lunedì 20 novembre, giornata che ricorda la Convenzione sui diritti dell’Infanzia (1989), avevamo completato un piccolo manifesto personale  dei diritti che  noi bambini riteniamo fondamentali.

Un manifesto aperto ai diritti di altri bambini perché  potessero camminare insieme rispettandosi, una volta espressi.

Abbiamo consegnato i manifesti alle maestre ed ora aspettiamo i diritti dei loro alunni  per un percorso comune. Un percorso iniziato  martedì 21 novembre.

IMG-20171125-WA0014IMG-20171125-WA0015IMG-20171125-WA0016IMG-20171125-WA0018

DA COSA NASCE COSA… DICEVA MUNARI…CHISSÀ COSA NASCERÀ DA QUESTO BELL’INCONTRO!

 

Storie di bambini nascosti e Shoah nella nostra città

Un grande segreto- Una grande avventura
13 novembre: le classi quinte incontrano il dott. Raffaele Bisulli
Progetto “ Bambini nascosti”

Una famiglia: padre, madre, due bambine.
Una famiglia romena ed ebrea.
Siamo a Cesena: novembre-dicembre 1943; la guerra con le sue sofferenze e contraddizioni è in atto come la persecuzione razziale.
La famiglia vive nascosta nella Casa di Cura del dott. Elio Bisulli convinto dall’amico medico prof. Achille Franchini Primario dell’Ospedale Civile di Santarcangelo. Le bambine verranno poi affidate “nascoste” alle Suore della Sacra Famiglia.
Avere come “pazienti” ebrei in Casa di Cura significava andare incontro a conseguenze non indifferenti.
Era un nascondimento “sotto l’incubo di un terrore continuo. Stavano sempre chiusi in camera e tutte le volte che si bussava alla porta, trasalivano come se la Polizia avesse scoperto il loro nascondiglio e fosse venuta a cercarli”
Bisognava assolutamente cercare un altro nascondiglio più sicuro e definitivo: la Svizzera.
Il dott. Bisulli “ confida il grande segreto” a don Odo Contestabile, amico e monaco benedettino dell’Abbazia del Monte di Cesena.
Don Odo accetta di intraprendere “la più grande avventura” della sua vita: portare in salvo la famiglia.
Nel dicembre 1943 dopo un insidioso percorso, ricco di imprevisti e soluzioni, la famiglia accompagnata da don Odo raggiunge il confine svizzero e la salvezza.
Lunedì 13 novembre, il dott. Raffaele Bisulli, figlio di Elio, ha raccontato agli alunni delle classi quinte la storia ed il ruolo del padre nella vicenda, inquadrando l’avvenimento nella complessa epoca storica e nel territorio cesenate
Ha poi risposto, con generosità, alle domande degli alunni riguardanti i suoi “ricavi” emotivi , le sue convinzioni, i nuclei dei fatti che hanno visto suo padre, giovane protagonista, insieme ad altri “coraggiosi”.
È stato un buon segno storico l’incontro; intanto per la disponibilità del dott. Raffaele Bisulli, la sua cura nel narrare e precisare, il suo precisare che nella disponibilità verso l’altro si mostra umanità e si fonda amicizia, che conservare la Memoria storica anche dei fatti buoni è fondamentale per una storia futura e positiva.

  • IMG-20171114-WA0002IMG-20171114-WA0003IMG-20171114-WA0004

IMG-20171114-WA0005

I grandi della scuola a Barbiana

Venerdì 27 ottobre le classi quinte sono salite a Barbiana.

20171027_120336

Salire a Barbiana non è solo percorrere l’erto sentiero ( della Costituzione) nel bosco con la fatica attaccata ai passi; salire, metaforicamente, è crescere.

20171027_120323

20171027_124024

20171027_124224

Cosa sapevano i bambini di don Milani? Sapevano il suo essere stato  coerentemente prete e maestro   nel corso della sua breve e ostacolata vita ; sapevano il suo essere stato dalla parte dei mancanti della parola e quindi del loro difficile modo di esprimersi, conoscere, proporre, dalla parte dei mancanti di  risorse per vite dignitose.

Sapevano della scuola, una scuola unica frequentata da alunni che don Lorenzo chiamava “figlioli”, l’uno maestro dell’altro che vivevano avendo a cuore e a mente “ I care”: m’importa.

20171027_152719

Finchè non sono arrivati, nel primo pomeriggio, risparmiati dalla pioggia.

Barbiana non è un paese!!! Barbiana è la canonica, la chiesa, il cimitero, alberi… Barbiana è qui!

20171027_152328

Don Milani vi arrivò nel dicembre  del 1954 sotto una pioggia battente, esiliato; aveva 31 anni.

20171027_15280120171027_154521

In chiesa hanno ascoltato  la storia di don Milani  lì, in quei pochi metri quadri, le storie degli alunni; nell’aula ( la scuola) si sono seduti intorno al tavolone costruito dai ragazzi di don Lorenzo, hanno visto gli strumenti del fare scuola, libri, grafici, e l’ ”I care”  appeso su una porta; nell’officina gli strumenti di lavoro, visitato il cimitero dove il  Maestro è sepolto.

20171027_130301

Barbiana è qui e contemporaneamente estesa  nel mondo con l’esperienza che in essa, tutti i giorni dell’anno, dal mattino al tramonto hanno vissuto insieme don Lorenzo e i suoi ragazzi, dal 1954 al 1967.

Anche scendere, andando incontro alla sera, non è stato semplice lungo il sentiero che al suo inizio/ fine ricorda,  scritto su un pannello, che  non c’è  nulla  che sia più ingiusto quanto  far parti uguali fra disuguali.

Nello scendere con  Barbiana  alle spalle non ci siamo sentiti, bambini e maestri più pesanti, ma  certo più cresciuti, più consapevoli dell’ ” I care”, più vicini.

Fuori!!!!!!!

“Loro,i più piccoli, sentono davvero il messaggio di interezza che la natura trasmette. (…) Si puó forse azzardare che spesso i bambini, più degli adulti, sono in grado di leggere e percepire nella natura quel senso di unità del mondo, quella coscienza infinita, quella grande bellezza. Quello stato in cui l’essere umano é, finalmente, integro, la nostra piú profonda dimora.”

B. Zoccatelli, Fuori, Francoangeli ed.

Crediamo molto nell’outdoor education e nel fatto che sempre piú di frequente i bambini vivano un deficit di natura. Per questo la didattica delle classi QUARTE é improntata al manifesto dell’outdoor education.2017-10-29 15.06.48

20170926_143103

Orto

20171004_163147

Collezioni

Osservazioni

20171006_083858

Contemplazione

20171016_115405

Gioco

20171024_104846

Lavoro

Rocca…insieme!

Alla Rocca tutti insieme!

IMG-20171022-WA0028Si é svolta giovedí 19 ottobre l’uscita di plesso che ha coinvolto la quasi totalità delle classi del plesso Munari, dalla seconda alla quinta.

IMG-20171022-WA002920171019_09105520171019_09125120171019_091552IMG-20171022-WA0032

I bambini, insieme ai loro insegnanti, si sono recati alla Rocca Malatestiana per trascorrere una mattinata alla scoperta di uno dei monumenti piú belli e ricchi di storia di Cesena.

Continua a leggere

Fili…stretti stretti per i bambini di seconda

Il primo giorno di scuola l’insegnante ha letto il libro “Fili” e, per riallacciare i rapporti, i bambini si sono legati simbolicamente al filo dell’amicizia realizzando un pannello in cui ognuno ha lasciato la sua traccia raccontandosi e scrivendo il proprio nome.

pannello filifili attività

Le maestre hanno regalato un segnalibro con stampata la filastrocca della gioia di rivedere gli amici ad ogni bambino, che lo ha decorato sul retro e donato,  a sua volta, ad un compagno.

segnalibro filastrocca

segnalibro disegno

Buon inizio!

Filastrocca per rivedere gli amici

Forte il mio cuore leva il suo canto

perchè io non ti vedo da tanto

notte più bella,giorno più bravo

perchè era tanto che non ti abbracciavo

corvi di nuvole volano via

perchè è finita la nostalgia.

Bruno Tognolini

20170916_152509

Teatro sotto le stelle…che spettacolo!

Un finale di anno scolastico a dir poco eccezionale per tutte le classi della nostra scuola che si sono cimentate in spettacoli teatrali o performance musicali molto belle!

Il giardino e la brezza serale hanno reso ogni serata magica e i genitori hanno potuto respirare un’atmosfera davvero speciale…

Grazie a tutte le insegnanti che si sono spese per preparare con i propri bambini degli spettacoli curati nei minimi dettagli!

CLASSI PRIME: UN VIAGGIO EMOZIONANTE

IMG_2403

CLASSI SECONDE: VIAGGIO ALLA SCOPERTA DI SÈ

IMG_2351

CLASSI TERZE: IL GRANDE VIAGGIO

 

 

 

IMG_2571

CLASSI QUARTE: SE IL VIAGGIO È UN’ODISSEA

IMG_2469

CLASSI QUINTE: SOGNI E INCANTI DI UN CAVALIERE ERRANTE

IMG-20170604-WA0015