Ritratti di quinta…

I bambini di 5^A e 5^B hanno realizzato il proprio ritratto, disegnando una metà del viso in modo realistico e inserendo nell’altra metà elementi che rispecchiano interessi, passioni, gusti, sentimenti, emozioni… e, a completamento dell’attività, una breve descrizione.
Tutti i disegni sono stati raccolti in formato presentazioni.
Trovate i link qui sotto per accedervi.
 IL MIO RITRATTO PARLA DI ME… 5^A
IL MIO RITRATTO PARLA DI ME…5^B

Giornata della memoria 2021

Abituati a percorrere la marcia della memoria da molti anni, quest’anno ci siamo sentiti un pochino orfani di una bella ed emozionante esperienza di cittadinanza attiva che ci univa alla nostra città.
Nonostante ciò, alcune classi hanno comunque realizzato momenti preziosi di riflessione attorno al tema della memoria con narrazioni, letture, film, drammatizzazioni.

Classi quinte
Abbiamo letto in classe l’albo “La città che sussurrò” e abbiamo immaginato una città che sussurra vie di speranza e salvezza, scrivendo nei fumetti alcune frasi significative che abbiamo incontrato nelle letture di questi giorni o che abbiamo scelto di inserire noi.

dav

dav

dav

dav

btr

btr

btr

btr

9DA9AC49-ECB7-4D99-B24A-09DE556D9A36 5711550F-24B3-43EC-84F1-C1065DAB004B 21053AD2-1B0C-424B-91B1-B2D1A70164A5

cof_vivi

cof_vivi

Continua a leggere

Grazie!

81DC6F82-1536-4521-9E8B-A2E2AD9D4578

Questi 10 libri sono stati donati da alcune famiglie di bambini della nostra scuola nell’ambito dell’iniziativa #ioleggoperchè.
Andranno ad arricchire la nostra biblioteca scolastica.

In primavera le rispettive case editrici regaleranno a loro volta altri 10 libri.

Grazie grazie grazie!

Un bambino che legge sarà un adulto che pensa.
Bruner

Un presepe meraviglioso

Le classi quinte hanno realizzato un meraviglioso presepe che riscalda i cuori di tutti i bambini della Bruno Munari.

Complimenti!

COME IL NATALE©
di Germana Bruno

Se a Natale fai troppo rumore
non puoi sentir la voce dell’Amore.
Faresti bene a fare silenzio
per ascoltare ciò che ha vero senso.
Natale è rinascere ogni mattino
e fare spazio nel cuore al divino,
Natale è avere forti radici
e, come l’albero, esser saldi e tenaci.
Natale è ornare anche il cuore
di bontà e di ogni valore
cosicché tutta quanta la vita
di cose belle sia ricca e guarnita.
Natale è suono di campane festanti
per chiamare a sé tutti quanti,
Natale è stella che illumina il cammino,
puoi esser tu da guida al tuo vicino.
Natale è degli angioletti un coro,
canta anche tu la pace insieme a loro,
Natale è dei Re Magi il dono,
porta i tuoi doni: amore e perdono.
Sii amico e fratello di tutte le persone
e, non solo a Natale, sii il loro cenone,
nutri di affetto, rispetto e cura,
offri speranza a chi ha vita dura.
Natale è davvero una notte speciale
e tu puoi essere la notte di Natale
quando accogli Dio nel tuo cuore,
senza far chiasso, senza rumore.
Tanti auguri allora di buon Natale
a chi fa qualcosa per essergli uguale.

4EBD34D0-7CF4-4F6D-8D59-D312269BEE08 E947B6F9-EF91-49E2-B1A0-AE385CE51483 30BCD8C1-0D6A-415A-9445-67635522FCD6 58E420D7-6D48-48B1-B3DD-B3B19918C8F1 206B2C89-C5AA-4FFB-9E01-F18AC1D7909F

Dipinti emozionanti

UN DIPINTO È UNO SCRIGNO DI EMOZIONI

Kandinskij, padre dell’astrattismo, credeva in una stretta corrispondenza tra musica e pittura.

La pittura, come la musica, deve esternare le emozioni, le idee dell’artista. I suoi dipinti, le ‘IMPROVVISAZIONI”, scaturivano da un evento di carattere interiore, nascevano dall’intimo. 

Ascoltando alcuni brani jazz, ognuno di noi ha espresso le proprie emozioni utilizzando colori, forme, punti, linee.

33CE47DE-5AE4-4150-A0FB-0F8BF3E88883 A77BFC8C-02C4-49B5-9074-EA1153A04939

La parola a Malala…

In occasione della giornata dei diritti dell’infanzia, i ragazzi delle classi quinte hanno riflettuto sui concetti di diritto e dovere, come due facce della stessa medaglia.

In particolare si sono soffermati sul diritto all’istruzione, documentandosi sulla figura di Malala, attraverso la visione di video e letture dal libro di testo.

IMG_2955 IMG_2957 IMG_2956

Al seguente link potete visionare la presentazione che hanno preparato i bambini di quinta al termine del lavoro svolto insieme.

malaladirittiquinte2020

Cresciamo…diritti

In classe seconda abbiamo riflettuto a proposito dei diritti che abbiamo noi bambini e abbiamo scoperto di averne tanti.

Ci ha aiutato la visione di un cartone animato dell’Unicef tratto dal libro di Bianca Pitzorno “L’isola degli smemorati”.

Abbiamo anche capito che ogni diritto è collegato al suo corrispondente dovere…senza il quale perde di valore.

Abbiamo tanti diritti…

Di giocare, 

Alla salute, 

Di mangiare,

Di essere ascoltati,

Di bere, 

Di andare a scuola,

Di avere una famiglia,

Di essere voluto bene,

Di dormire,

Di essere curati,

Di avere degli amici,

Di avere dei vestiti, 

Di lavarsi, 

Di essere felice, 

Di avere dei genitori, 

Di andare a trovare i nonni

IMG_2928 CLICCATE QUI per il video sul diritto ad andare a scuola

IMG_2931 IMG_2932 IMG_2938 IMG_2944IMG_2934IMG_2936IMG_2945IMG_2946

Qui classi quarte…

In occasione della Giornata dei diritti dei bambini, i bambini delle classi quarte hanno approfondito il concetto di diritto.

Ognuno ha realizzato il proprio albero scrivendo i diritti che gli stanno più a cuore.

La poesia di Madre Teresa di Calcutta “Diritto di essere un bambino”, li ha guidati nelle loro riflessioni.

Chiedo un luogo sicuro dove posso giocare
chiedo un sorriso di chi sa amare
chiedo un papà che mi abbracci forte
chiedo un bacio e una carezza di mamma.

Io chiedo il diritto di essere bambino
di essere speranza di un mondo migliore
chiedo di poter crescere come persona
Sarà che posso contare su di te?

Chiedo una scuola dove posso imparare
chiedo il diritto di avere la mia famiglia
chiedo di poter vivere felice,
chiedo la gioia che nasce dalla pace

Chiedo il diritto di avere un pane,
chiedo una mano
che m’indichi il cammino.

Non sapremo mai quanto bene
può fare un semplice sorriso.

IMG_20201124_114122 IMG_20201124_114138 IMG_20201124_114217 IMG_20201124_114511IMG_20201127_113504IMG_20201127_113520IMG_20201127_115051IMG_20201127_115201IMG_20201127_115229

Qui classi prime….

Il 21 novembre, in occasione della FESTA DEGLI ALBERI,
le classi prime hanno costruito con la corda alberi speciali:
raggianti, disordinati, capelloni, felici nel vento, disciplinati….
Ogni bambino ha rappresentato il proprio albero, quello a cui si sentiva simile.23 nov 2020, 18_59
VOCALI D’AUTUNNO
I bimbi delle classi prime si divertono a costruire le vocali con materiali naturali: foglie, bastoni, noci….
5 nov 2020, 15_12
INCONTRO CON L’ARTISTA: PAUL KLEE.
Partendo dalla storia “Il gatto e l’uccellino” di G. Elschner, che si ispira al quadro “Gatto e Uccello” del celebre pittore P. Klee, i bimbi di prima, si sono rivelati veri artisti!
18 nov 2020, 13_42

Tempo di premi per i nostri piccoli giornalisti

67D86FA7-AC35-41E8-BC83-E72849576FB18EB8CA8E-A68F-497E-9251-1F423C55103B CBFC8490-DAA0-4AD6-8658-FE97F74B9170 6F3B945B-A4AD-4434-8EEE-33F1F0218DA5Alla fine del mese di giugno, al termine di un anno scolastico conclusosi a distanza, è arrivato un bel riconoscimento per i bambini delle classi quinte (A.S. 2018/19) che avevano curato il giornalino scolastico insieme al maestro Piero Gridelli.
Infatti il Consiglio nazionale dell’ordine dei giornalisti ha premiato Il Quadrifoglio con un diploma di merito per aver partecipato al concorso nazionale “Il giornale e i giornalismi nelle scuole”.

Siamo molto orgogliosi del lavoro svolto dalla redazione e ringraziamo i bambini per aver dato lustro alla nostra scuola.

 

Memorabile

MEMORABILE” Giornata della Memoria per i ragazzi e le ragazze delle classi 5^ del plesso B. Munari

IMG-20200211-WA0006

IMG-20200211-WA0005

Da diverso tempo gli alunni del plesso B.Munari partecipano numerosi con i loro insegnanti a questo momento commemorativo, in ricordo degli ebrei cesenati che non hanno fatto ritorno dai campi di sterminio.

Quest’anno le classi quinte hanno assolto un compito molto importante: portare a conoscenza della cittadinanza le storie di tre di queste famiglie: Forti, Jacchia e Saralvo, e lo hanno fatto in maniera delicata e coinvolta, raccontando la  loro storia attraverso momenti di vita, con piccoli dialoghi e poesie dialettali che il poeta Cino Pedrelli, amico dei Saralvo, aveva dedicato alla loro memoria. 

 

Eccole qui riportate:

 

E’ FONOGRAF
U m’ à mandè a ciamè par salutem:e’ dè dopo, lo, e’ su bab e la su mama

i partiva pr’é chemp ‘d cuncentramaint.
L’aveva preparè, pensa, e’ fonògraf

ch’a j avami imparè, totta la crecca,

a balè tra ‘d nun, sotta a un sol

ch’u z’ spachèva la testa a e Borgh dla Paja.
“Quest- u m’° dett- a t’e’ reghèl a te”

“Cs a dit reghèl. A t’e ten solament

infina ch’° turnè. Vujtar adèss

andè in vilegiatura. Par tri mis.

Da què a tri mis a sì d’arnov aquè”.
Giorgio u m’ guardeva cun una gran chèlma:

“No, nun a’n’ turnam piò”.
Ecco. I n’è turnè piò nisun di tri.
Cino Pedrelli

IL FONOGRAFO
Mi ha mandato a chiamare per salutarmi:il giorno dopo, lui, il suo babbo e la sua mamma

partivano per il campo di concentramento.  
Aveva preparato, pensa, il fonografo

con cui avevamo imparato, tutto il gruppo di amici

a ballare tra di noi, sotto a un sole

che spaccava la testa a Borgo Paglia.
“Questo- mi ha detto- te lo regalo”.

“Cosa dici regalo. Te lo tengo solamente

fino a quando non tornerete. Voi adesso

andate in villeggiatura. Per tre mesi.

Da qui a tre mesi sarete di nuovo qui.”
Giorgio mi guardava con una gran calma:

“No, noi non torneremo più”.
Ecco. Non sono tornati più nessuno dei tre.
Cino Pedrelli

 

GIORGIO
La bura la spalancarà la porta:l’antrarà Giorgio, tott incaputè,

tot insciarpè, cun e ‘ passamuntagna

ch’us i lassa scvert a malapena j òcc.
Pesènt cume una volta, u s’ mitrà in sdè

int la scarana ch’la J é drì ala porta,

senza cavès gnenca la scièrpa, senza

dì una parola. A s’ i farem dintond,

e qualcadun, ch’ u s’ sintirà la fazza

totta quanta bagnèda a l’impruvisa,

u s’ mitrà in znòcc, u j abrazzarà al gambi.
E al dmandi, al dmandi:”… Mo du’ v’ ài purtè?…

Alà sò du’ ch’ l’ é sèmpar giazz e nèbbia?…

E induv èla la mama?…E e’ bab?…Cum’ èla

ch’ a turnè sol che adèss, dop a tènt ann?…”

Mell dmandi. Mo u n’ arspundarà parola.

Du minud, e ‘d arnov e’ sarà in pia.

Par la porta ch’la j era armasta averta

e’ sparirà, ch’ u l’ sta ‘d astè la bura.
Cino Pedrelli

GIORGIO
La bora spalancherà la porta:entrerà Giorgio, tutto incappottato,

tutto avvolto nella sciarpa, col passamontagna

che gli lascia scoperti a malapena gli occhi.
Pesante come una volta, si siederà

sulla sedia che è accanto alla porta,

senza togliersi nemmeno la sciarpa, senza

dire una parola. Ci faremo intorno,

e qualcuno, che si sentirà la faccia

tutta bagnata all’improvviso,

si metterà in ginocchio, gli abbraccerà le gambe.
E le domande, le domande:”… Ma dove vi hanno portati?…

Lassù dove c’è sempre ghiaccio e nebbia?…

E dov’è la mamma?… E il babbo?…Com’è

che tornate solo adesso, dopo tanti anni?…”
Mille domande. Ma non risponderà parola. 

Due minuti, e di nuovo sarà in pedi.

Per la porta che era rimasta aperta

sparirà, perchè lo aspetta la bora.
Cino Pedrelli

 

Il Sindaco Enzo Lattuca, assieme alle autorità politiche e militari intervenute, ha lasciato spazio ai ragazzi per questo momento intenso e partecipato e ha permesso il crearsi di un’atmosfera attenta e silenziosa che ha portato tutti i presenti a pensare che momenti storici del genere non debbano ripetersi mai più.

IMG-20200211-WA0007

IMG-20200211-WA0004

#pernondimenticare

Un viaggio tra arte e racconto giallo a cura della 5B

Il nostro percorso nasce in compagnia di Alberto Angela e del suo programma televisivo Meraviglie, in particolare la puntata dedicata a Leonardo Da Vinci.

Grazie al documentario, i bambini hanno conosciuto la figura del grande artista e si sono appassionati alle sue opere.

Tra queste ne hanno scelte alcune da riprodurre a mano libera dimostrandosi dei veri artisti.

Ed ecco a voi: La Gioconda, La dama con l’ermellino e L’autoritratto.

IMG-20200107-WA0005 IMG-20200107-WA0006 IMG-20200107-WA0007 IMG-20200107-WA0008

Con Leonardo siamo entrati tra le pagine del racconto giallo ispirato al reale furto della Gioconda. Ci siamo lasciati trasportare da “Il ladro di Monnalisa” per diventare scrittori gialli.

IMG-20200107-WA0004IMG-20200107-WA0003 IMG-20200107-WA0002

Tempo di Natale…

Sabato 21 e lunedì 23 dicembre si sono svolti presso i rispettivi plessi i tanto attesi momenti di festadedicati al Natale. Canti, poesie, riflessioni hanno accompagnato i bambini che si sono ritrovati tutti insieme nell’aula magna e hanno accolto anche un Babbo Natale speciale venuto, insieme ai suoi aiutanti, a ritirare gli alimenti donati dalle famiglie per la Caritas parrocchiale. A questo proposito vorremmo ringraziare le tante persone che hanno voluto rendere un pochino più sereno il Natale di chi vive, purtroppo, in uno stato di indigenza. Grazie!

IMG_1731 IMG_1749

IMG_1755

IMG_8996

Prime chiamano quinte…

Il 21 novembre le classi quinte sono andate ad incontrare le classi prime, le quali si trovano presso la Scuola Collodi a causa dei lavori di ristrutturazione del plesso.

E’ stato un bel momento di proseguimento della continuità già iniziata lo scorso anno scolastico. I grandi hanno regalato ai piccoli delle poesie sugli alberi ed una breve drammatizzazione,proprio in occasione della Giornata mondiale degli alberi.

IMG_8793 IMG_8798 IMG_8801

 

ANNIVERSARIO IMPORTANTE OGGI PER TUTTI I BAMBINI DEL MONDO!

Il 20 novembre 2019 ricorre il 30^ anniversario della Convenzione per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza dell’Unicef.

20191121_083741

 

I ragazzi e le ragazze delle classi quinte della B. Munari non potevano non cogliere al volo questa occasione e si sono preparati all’evento con molto impegno già nei giorni precedenti.

 

Ricerche, articoli, analisi dei diritti…

20191121_065912

 e rappresentazione dei vari articoli della Convenzione con disegni simpatici, ma che contengono parole molto significative e importanti.

20191120_080523 20191120_080532 20191120_080602 20191120_080241 20191120_080317 20191120_080330 20191120_080356 20191120_080510

E poi? Perchè tenere questi approfondimenti solo per noi, quando tutti dovremmo essere a conoscenza di ciò e mostrarci sensibili all ‘argomento?

E allora una bella camminata fino al Centro Commerciale Montefiore dove abbiamo avvicinato i cittadini che facevano compere e li abbiamo coinvolti in una TOMBOLA DEI DIRITTI…20191121_070023 20191120_080021 20191120_112948 20191120_114537 20191121_065433 20191121_065632 20191121_065716

abbiamo spiegato loro cosa fossero, abbiamo donato i nostri disegni e i bigliettini che riportavano i Diritti a tante persone che si sono mostrate disponibili ad ascoltarci e a giocare con noi.

20191121_065822

E la sorpresa è stata davvero grande quando abbiamo visto le persone che si fermavano incuriosite, si interessavano alle nostre parole e, ancor più i soddisfatte, ci salutavano ringraziandoci per la bella iniziativa!         

 

#nessunoescluso

Sfilata autunnale per la 5A

Ecco un altro attacco d’arte dei ragazzi di 5^A della Munari/Plauto!!

Semplici elementi autunnali come foglie e rametti li hanno davvero ispirati!

Ecco allora la creazione di una sorta di passerella, con abiti creati su misura per ogni modello e modella, senza lasciare nulla al caso!

E che sfilata!

20191113_080529 20191113_080515 20191113_080500 20191113_080427