BUONA ESTATE

Il paese delle vacanze
non sta lontano per niente:
se guardate sul calendario
lo trovate facilmente.
Occupa, tra Giugno e Settembre,
la stagione più bella.
Ci si arriva dopo gli esami.
Passaporto, la pagella.
Ogni giorno, qui, è domenica,
però si lavora assai:
tra giochi, tuffi e passeggiate
non si riposa mai.
(Gianni Rodari)

BUONE VACANZE

GRAZIE

Al termine di questo anno scolastico volevamo ringraziare tutti genitori degli alunni e delle alunne del nostro plesso Collodi perche’ in modi e forme diversi si sono impegnati per rendere la nostra scuola sempre piu’ ricca di possibilita’ e sempre piu’ bella.
Le insegnanti

WhatsApp Image 2018-06-21 at 14.14.44

20180428_100239IMG_20180428_104138479

WhatsApp Image 2018-06-28 at 14.01.02

25 Aprile…fili di memoria

Al COLLODI, questo Anno Scolastico, il 25 Aprile ha avuto un tempo speciale di riflessione … FESTA DELLA LIBERAZIONE da chi e\o da cosa? Lo abbiamo chiesto ai bambini e con loro abbiamo riflettuto … In occasione del 70° anniversario della Costituzione Italiana, si è dibattuto intorno all’importanza di tale documento … un momento ricco di democrazia!

WhatsApp Image 2018-04-26 at 11.53.48 WhatsApp Image 2018-04-26 at 11.54.31 WhatsApp Image 2018-04-26 at 12.13.44

23 APRILE 2018: GIORNATA MONDIALE DEL LIBRO E DELLA POESIA

Come di consueto, ormai, al Collodi si aprono le porte delle aule per far entrare parole che nutrono mente e anima. Oggi, nella giornata Mondiale del Libro tante le letture…

M° Simona: classe 1°

classe 1°

M° Lara: classe 2°

classe 2°

M° Monia: classe 3°

classe 3°

M° Alessandra: classe 4°

classe 4°

M° Isabella: classe 5°A

classe 5°A

M° Sonia: classe 5°B

classe 5°B

Lettura a classi aperte: 15 marzo 2018

In concomitanza con la settimana del Donacibo, gli abitanti della Scuola Collodi si sono nutriti di letture di solidarietà!

classe 1°: m. LARA

Mac Barnett, Jon Klassen

filo magico

Filo magico
Una mattina Annabelle trova una scatola che contiene un filo di mille colori e comincia a intrecciare maglioni per tutti. Ma la voce si sparge e un arciduca vanitoso decide che quel filo magico dev’essere suo. A ogni costo. Un nuovo albo degli acclamati autori del pluripremiato Sam e Dave scavano una buca.
classe 2°: m. MONIA
Fiaba di Lauretta

giardino-brigitta

Il giardino di Brigitta

Non troppo vicino, ma nemmeno molto lontano da qui, c’era la casa di Brigitta. La costruzione di per sé non era niente di speciale: una casa come tante, di mattoni rossi e con un grande portico ombreggiato. Quello che era a dir poco spettacolare, era il giardino…..

 

classe 3°: m. GIORGETTA

Seo Ja

la signora della casa rossaLa signora della casa rossa

Anika, una vivace ragazzina di Stoccolma, si è appena trasferita con i genitori in un paesino poco lontano dalla città. Accanto a loro, in una casetta rossa un po’ malandata, vive la signora Victoria, una simpatica vecchietta forse troppo invadente… Un incidente in giardino e un prezioso segreto custodito sul muro della casetta rossa faranno sbocciare una grande, inaspettata amicizia fra le due protagoniste…

 

 

classe 4°: m. SIMONA

Marcus Pfister

Arcobaleno il pesciolino più bello di tutti i mari.arcobaleno

Arcobaleno è il pesce più bello di tutti i mari. Lo chiamano così perché le sue squame brillano di tutti i colori dell’arcobaleno. Ma, ahimè, è così fiero e vanitoso che tutti lo evitano e lui si sente molto solo. Un giorno, però, regala a un pesciolino una delle sue belle squame. Poi ne regala un’altra, poi un’altra e un’altra ancora… e così scopre che, quando si divide quel che si ha con gli altri, si diventa felici.

 

 

classe 5°A: m. ALESSANDRA

Irena Kobald – Freya Blackwood

Una coperta di parole

COPETTA DI PAROLEGirandola è una bambina che sa fare la ruota. E va ad abitare in un altro paese, freddo, dove le parole e le persone sono strane. Dove è strano perfino il vento. Quando è triste si avvolge nella sua vecchia e calda coperta, fatta di ricordi. Ma un giorno riceve un regalo bellissimo: una coperta nuova, fatta solo di parole.

 

 

 

classe 5°B: m. COSTANZA

Lise MélinandIL CARRELLO DI MADAMA

Il carrello di Madama Miseria. Racconto crudele.

Una sveglia rotta, un tubo di colla, un fiasco, una maniglia, 2 gettoni, 8 bottoni, una bottiglia… Nel carrello di Madame Miseria c’è di tutto, e di più. Ma sempre troppo poco per chi ha bisogno di amicizia e solidarietà…

Settimana del donacibo

Il Donacibo e’ un gesto promosso dalla Federazione Nazionale Banchi di Solidarietà nella terza settimana di Quaresima. È una proposta chiara e semplice, rivolta a studenti e insegnanti di sc. dell’infanzia, scuole primarie, e secondarie  in tutta Italia, di raccolta di generi alimentari non deperibili per il sostegno delle famiglie bisognose che i BdS assistono. Lo scopo del gesto e’ l’educazione alla carità cristiana; educazione innanzitutto di chi decide di donare tempo ed energie in un gesto di carità, che ha come modalità quella dell’incontrare il bisogno di un’altra persona per scoprire il proprio bisogno di bambino, ragazzo, uomo, che è quello di essere felice.

 A causa della chiusura per neve, alla Sc. CARLO COLLODI questo anno si è posticipata la data, riscuotendo comunque grande attenzione da parte di tutti i suoi abitanti!

L’8 Marzo ci siamo riuniti e abbiamo condiviso l’impegno della FNBS.

WhatsApp Image 2018-03-08 at 13.21.08 WhatsApp Image 2018-03-08 at 13.22.15 WhatsApp Image 2018-03-08 at 13.23.57Grazie a tutti per la generosità!

Meraviglioso … WONDER

NORMALE

“So di non essere un normale ragazzino di dieci anni. Sì, insomma, faccio cose normali, naturalmente. Mangio il gelato. Vado in bicicletta. Gioco a palla. Ho l’Xbox. E cose come queste fanno di me una persona normale. Suppongo. E io mi sento normale. Voglio dire dentro.” (incipit: WONDER)

Come è nata l’idea di Wonder

“Un giorno ero seduta su una panchina con i miei figli e ho visto passare una bambina che aveva evidentemente la sindrome di Treacher-Collins, una rara malattia ereditaria che colpisce le fattezze di una persona lasciando inalterato tutto il resto. Ciò che mi ha colpito non è stata la ragazzina, ma la mia reazione: sono stata presa dal panico, temevo che mio figlio di tre anni vedendola avrebbe reagito urlando, come aveva fatto alla festa di Halloween. Mi sono alzata di scatto, come punta da una vespa, ho chiamato l’altro figlio e mi sono allontanata di corsa. Alle mie spalle ho sentito la madre della ragazzina che, con voce molto calma, diceva: – Forse è ora di tornare a casa.- Mi sono sentita un verme e non sono riuscita a dimenticare questa esperienza.” ( Da un’intervista a R.J. PALACIO, autrice del libro, con The Telegraph)

Tutta la scuola C. COLLODI si è recata giovedì 01 febbraio presso il cinema ELISEO in visione del film tratto dal libro …è stato MERAVIGLIOSO!

wonder

 

 

27 gennaio: FILIdiMEMORIA

 

WhatsApp Image 2018-01-27 at 16.40.34

Commemorata anche a Cesena la “Giornata della Memoria”

La cerimonia si è conclusa con l’apposizione di una corona alla lapide che i ricorda gli uomini e le donne, che non torneranno più dai campi della morte

Commemorata sabato a Cesena, in piazza Bufalini davanti alla Biblioteca Malatestiana, la “Giornata della Memoria” che ricorda la Shoah del popolo ebraico. Presenti tutte le autorità ed in particolare i bambini e le bambine della scuola primaria “Bruno Munari” e “Carlo Collodi” che hanno messo in atto letture e azioni sceniche. Le “Valigie”, nelle quali venivano messe le povere cose di casa, con le quali le famiglie ebree affrontavano il lungo viaggio verso i campi di sterminio nazisti sono state le protagoniste come triste luogo comune di un passato che non si può dimenticare.

Ciascuna di queste è stata decorate con una Stella Gialla, i bimbe e le bimbe le hanno raccolte e ciascuno ha espresso un proprio pensiero in ricordo del milione mezzo dei loro coetanei che trovarono morte orribile nel periodo dei giochi e della scuola. Nei lager furono uccisi oltre sei milioni di Ebrei, Sint, Rom, Testimoni di Geova, Disabili, Malati, Resistenti, Prigionieri di Guerra e quanti altri non erano di “razza pura ariana”. “Purtroppo anche Cesena non fu indenne nella persecuzione ebraica – ha sottolineato il sindaco di Cesena Paolo Lucchi -dopo l’otto settembre con l’asservimento totale ai tedeschi, dopo aver pubblicato le leggi razziali nel 1938, una decina di cesenati di razza ebraica vennero catturati ed avviati alla morte nei campi di sterminio”.

Come un lungo FILO gli scolari del Plesso C. COLLODI (3°-4°-5°) si sono intrecciati agli scolari del Pesso B. MUNARI ed insieme hanno raggiunto piazza Bufalini.

WhatsApp Image 2018-01-27 at 13.19.46 (1) WhatsApp Image 2018-01-27 at 13.19.46 WhatsApp Image 2018-01-27 at 13.19.47 (1) WhatsApp Image 2018-01-27 at 13.19.47 WhatsApp Image 2018-01-27 at 13.19.48 (1) WhatsApp Image 2018-01-27 at 13.19.48 (2) WhatsApp Image 2018-01-27 at 13.19.48

Gli alunni delle classi 1° e 2°, dopo un momento condiviso di riflessione hanno ricordato il 27 gennaio attraverso un’esperienza simbolica …

WhatsApp Image 2018-01-27 at 20.23.07 WhatsApp Image 2018-01-27 at 20.23.08 WhatsApp Image 2018-01-27 at 20.24.48 (1) WhatsApp Image 2018-01-27 at 20.24.48

Duet Musette di Kevin MacLeod è un brano autorizzato da Creative Commons Attribution (https://creativecommons.org/licenses/by/4.0/)

La data del 27 gennaio è il giorno in cui si ricordano le vittime dell’Olocausto, del nazismo e del fascismo. È stata scelta questa data perché nella stessa data nel 1945 le truppe sovietiche dell’Armata Rossa arrivarono nei pressi della città polacca di Auschwitz scoprendo l’enorme campo di concentramento e sterminio utilizzato nel corso del genocidio nazista: quel giorno, verso mezzogiorno, le prime truppe sovietiche del generale Viktor Kurockin entrarono ad Auschwitz e trovarono circa 7.000 prigionieri che erano stati lasciati nel campo. Molti erano bambini e una cinquantina di loro aveva meno di otto anni. Erano sopravvissuti perché erano stati usati come cavie per la ricerca medica.“

 
 
 

FILONGIANO… paese del PRESEPE

Longiano, nel periodo immediatamente prima del Natale, si “veste” di tanti Presepi: nelle strade e per i vicoli, ad uno sguardo attento, appaiono le più creative rappresentazioni della Natività; per questo è chiamato PAESE DEI PRESEPI.

Noi siamo andati alla ricerca! IMG_20171214_085946 IMG_20171214_090024

Hisilicon Balong

IMG_20171214_090805 IMG_20171214_090857 IMG_20171214_090910 IMG_20171214_091203IMG_20171214_090901

Hisilicon Balong

IMG_20171214_091820IMG_20171214_094903IMG_20171214_102822IMG_20171214_104054IMG_20171214_104751IMG_20171214_111113IMG_20171214_111207IMG_20171214_111257IMG_20171214_111344IMG_20171214_111355IMG_20171214_111405IMG_20171214_111424IMG_20171214_112604IMG_20171214_112651 IMG_20171214_091845 IMG_20171214_091914 IMG_20171214_092056

Oltre ai Presepi, Longiano ospita un meraviglioso Museo degli Antichi Mestieri…siamo rimasti tutti colpiti dagli oggetti presenti nelle diverse stanze.

IMG_20171214_092838

IMG_20171214_094006IMG_20171214_093922IMG_20171214_093800IMG_20171214_093757IMG_20171214_093749IMG_20171214_093601IMG_20171214_093404IMG_20171214_093354IMG_20171214_093311IMG_20171214_093215IMG_20171214_093039IMG_20171214_093031IMG_20171214_092944IMG_20171214_100727

E stato bello girar per borghi!

FILIDINOI: NATALE

Tutti insieme … aspettando Natale

Joy To The World di Audionautix è un brano autorizzato da Creative Commons Attribution (https://creativecommons.org/licenses/by/4.0/)

WhatsApp Image 2017-12-07 at 10.56.15 WhatsApp Image 2017-12-04 at 11.50.09

Fili che si intrecciano

musica, canti, drammatizzazioni

in un atmosfera carica di emozioni.

Grazie a tutti gli attori che lo hanno reso possibile!

WhatsApp Image 2017-12-16 at 11.27.46 (1) WhatsApp Image 2017-12-16 at 11.27.46 WhatsApp Image 2017-12-16 at 11.27.49 WhatsApp Image 2017-12-16 at 11.27.54 WhatsApp Image 2017-12-16 at 11.27.56 WhatsApp Image 2017-12-16 at 11.32.39 WhatsApp Image 2017-12-17 at 10.07.19 WhatsApp Image 2017-12-17 at 10.09.05 WhatsApp Image 2017-12-16 at 12.27.23WhatsApp Image 2017-12-16 at 12.27.09

FILISTAMPATI

It’s Always Too Late to Start Over di Chris Zabriskie è un brano autorizzato da Creative Commons Attribution (https://creativecommons.org/licenses/by/4.0/)

Gli artigiani del COLLODI sono all’opera:

Le tele di 2° e 4°

WhatsApp Image 2017-12-09 at 18.53.27 WhatsApp Image 2017-12-09 at 18.53.28 WhatsApp Image 2017-12-09 at 18.53.30 WhatsApp Image 2017-12-09 at 18.53.31 WhatsApp Image 2017-12-09 at 18.53.33 WhatsApp Image 2017-12-09 at 18.53.34 WhatsApp Image 2017-12-09 at 18.53.36 WhatsApp Image 2017-12-09 at 18.54.34 WhatsApp Image 2017-12-09 at 18.54.38 WhatsApp Image 2017-12-09 at 18.55.41

La 1°, la 3° e le due 5°…

WhatsApp Image 2017-11-30 at 21.11.46 WhatsApp Image 2017-11-30 at 21.12.06 WhatsApp Image 2017-11-30 at 21.12.14 WhatsApp Image 2017-11-30 at 21.12.18 WhatsApp Image 2017-11-30 at 21.12.27 WhatsApp Image 2017-11-30 at 21.12.30 WhatsApp Image 2017-11-30 at 21.12.33 WhatsApp Image 2017-11-30 at 21.12.35 WhatsApp Image 2017-11-30 at 21.12.38 WhatsApp Image 2017-11-30 at 21.12.40 WhatsApp Image 2017-11-30 at 21.12.42 WhatsApp Image 2017-11-30 at 21.12.45 WhatsApp Image 2017-11-30 at 21.12.47 WhatsApp Image 2017-11-30 at 21.12.48 WhatsApp Image 2017-11-30 at 21.12.50 WhatsApp Image 2017-11-30 at 21.12.51 (1) WhatsApp Image 2017-11-30 at 21.12.51 WhatsApp Image 2017-11-30 at 21.12.52 (1) WhatsApp Image 2017-11-30 at 21.12.52 WhatsApp Image 2017-12-02 at 13.54.57 WhatsApp Image 2017-12-02 at 13.55.15 WhatsApp Image 2017-12-02 at 13.55.17 WhatsApp Image 2017-12-02 at 13.55.18 WhatsApp Image 2017-12-02 at 13.55.19 (1) WhatsApp Image 2017-12-02 at 13.55.19 WhatsApp Image 2017-12-02 at 13.55.20 WhatsApp Image 2017-12-04 at 15.24.33 WhatsApp Image 2017-12-04 at 15.24.34 WhatsApp Image 2017-12-04 at 15.24.35 WhatsApp Image 2017-12-04 at 15.25.07 WhatsApp Image 2017-12-04 at 15.25.08 WhatsApp Image 2017-12-04 at 15.25.12 (1) WhatsApp Image 2017-12-04 at 15.25.12 WhatsApp Image 2017-12-09 at 18.53.27 WhatsApp Image 2017-12-09 at 18.53.28 WhatsApp Image 2017-12-09 at 18.53.30 WhatsApp Image 2017-12-09 at 18.53.31 WhatsApp Image 2017-12-09 at 18.53.33 WhatsApp Image 2017-12-09 at 18.53.34 WhatsApp Image 2017-12-09 at 18.55.41

Il risultato è davvero SORPRENDENTE!

WhatsApp Image 2017-12-16 at 13.13.30

WhatsApp Image 2017-12-30 at 22.20.04 (1)WhatsApp Image 2017-12-30 at 22.20.04

WhatsApp Image 2017-12-07 at 10.54.08

WhatsApp Image 2017-12-07 at 10.51.27

WhatsApp Image 2017-12-07 at 10.50.51

FILI DA NIMES

Gli siamo così tanto piaciuti che son tornati…gli insegnanti francesi!!!! E noi, ovviamente, li abbiamo accolti a braccia aperte.

Il 20 novembre è una giornata speciale nella scuola, è la data che ricorda la nascita della Convenzione dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza e con le amiche di NIMES abbiamo allestito il nostro ALBERO DEI DIRITTI

IMG_20171122_084002 IMG_20171122_084049 IMG_20171122_084151 IMG_20171122_084533 IMG_20171122_090049 IMG_20171122_090116 IMG_20171122_090223 IMG_20171122_090306 IMG_20171122_090643 IMG_20171122_090607IMG_20171123_120055

Poi la mattinata è trascorsa tra esperienze di VOCE…

IMG_20171122_091656 IMG_20171122_091841

…PALLINE MAGICHE…

IMG_20171122_094210 IMG_20171122_094217 IMG_20171122_094234 IMG_20171122_095952 IMG_20171122_100004 IMG_20171122_100029 IMG_20171122_100306 IMG_20171122_100425

…CRETA MUNARIANA.

WhatsApp Image 2017-12-04 at 15.23.17 WhatsApp Image 2017-12-04 at 15.23.19 WhatsApp Image 2017-12-04 at 15.23.21 WhatsApp Image 2017-12-04 at 15.23.22 WhatsApp Image 2017-12-04 at 15.24.26 WhatsApp Image 2017-12-04 at 15.24.32 WhatsApp Image 2017-12-04 at 15.24.38

LETTURA A CLASSI APERTE: un appuntamento atteso!

“Una storia che non conosci, non è mai di seconda mano”

UNA STORIA CHE NON CONOSCI (2015)

(Una canzone d’autore che promuove la lettura)

WhatsApp Image 2017-10-05 at 13.44.49 WhatsApp Image 2017-10-05 at 13.44.48 WhatsApp Image 2017-10-05 at 13.44.48 (1) WhatsApp Image 2017-10-05 at 13.44.47 WhatsApp Image 2017-10-05 at 13.44.47 (2) WhatsApp Image 2017-10-05 at 13.44.47 (1) WhatsApp Image 2017-10-05 at 13.44.46 WhatsApp Image 2017-10-05 at 13.44.46 (1) WhatsApp Image 2017-10-05 at 13.44.43 WhatsApp Image 2017-10-05 at 13.44.41

Giovedì 05 ottobre il primo appuntamento con l’ormai consueto e tanto atteso momento della lettura a classi aperte.

“Medicina per l’anima”.
(Iscrizione sopra la porta della Biblioteca di Tebe)

M° Alessandra e Costanza: cl. 5°B

cl.5°B

M° Giorgetta: cl. 5°A

cl. 5°A

M° Monia: cl. 4°

cl. 4°

M° Anna: cl. 3°

cl.3°

M°  Simona: cl. 2°

cl. 2°

M° Lara:cl. 1°

cl.1°

MANCHESTER: commemorazione

 MANCHESTER

A seguito della suddetta circolare, anche i bambini della scuola hanno rispettato un momento di silenzio dopo che le loro insegnanti li hanno guidati nella riflessione su quanto era accaduto attraverso la lettura di una parte del discorso di Martin Luter king.

“E perciò, amici miei, vi dico che, anche se dovrete affrontare le asperità di oggi e di domani, io ho sempre davanti a me un sogno. E’ un sogno profondamente radicato nel sogno americano, che un giorno questa nazione si leverà in piedi e vivrà fino in fondo il senso delle sue convinzioni: noi riteniamo ovvia questa verità, che tutti gli uomini sono creati uguali.

Io ho davanti a me un sogno, che un giorno sulle rosse colline della Georgia i figli di coloro che un tempo furono schiavi e i figli di coloro che un tempo possedettero schiavi, sapranno sedere insieme al tavolo della fratellanza.

Io ho davanti a me un sogno, che un giorno perfino lo stato del Mississippi, uno stato colmo dell’arroganza dell’ingiustizia, colmo dell’arroganza dell’oppressione, si trasformerà in un’oasi di libertà e giustizia.

Io ho davanti a me un sogno, che i miei quattro figli piccoli vivranno un giorno in una nazione nella quale non saranno giudicati per il colore della loro pelle, ma per le qualità del loro carattere. Ho davanti a me un sogno, oggi!.

Io ho davanti a me un sogno, che un giorno ogni valle sarà esaltata, ogni collina e ogni montagna saranno umiliate, i luoghi scabri saranno fatti piani e i luoghi tortuosi raddrizzati e la gloria del Signore si mostrerà e tutti gli essere viventi, insieme, la vedranno. E’ questa la nostra speranza. Questa è la fede con la quale io mi avvio verso il Sud.

Con questa fede saremo in grado di strappare alla montagna della disperazione una pietra di speranza. Con questa fede saremo in grado di trasformare le stridenti discordie della nostra nazione in una bellissima sinfonia di fratellanza.”

Il silenzio calato in palestra ci fa ricordare quanto i bambini, siano sensibili riguardo a tematiche tanto drammatiche e sconvolgenti.

23 aprile: giornata mondiale del libro

23 Aprile – Giornata del Libro

“Dietro ogni libro c’è una somma di azioni, pensieri, inquietudini, angustie, decisioni e speranze condivise giorno per giorno, ora per ora.
Ritrovare tutto questo tra le proprie mani in un oggetto di pochi centimetri, ogni volta illude e consola”

Valentino Bompiani

La Giornata mondiale del Libro e del Diritto di Autore, è stata sancita dall’U.N.E.S.C.O. nel 1996. Questa data particolare è stata scelta perché è proprio il 23 aprile 1616 che vennero a mancare Shakespeare, Cervantes e Inca Garcilaso de la Vega, tre autori di notevole rilievo per la letteratura mondiale.

Un momento importante, quello della celebrazione del libro e del Diritto d’Autore, anche per far riflettere tutti sulla situazione non sempre facile degli autori e dell’editoria, sui problemi e sulle potenziali prospettive.

In tutto il mondo, quindi, il 23 aprile 2017 si sono tenute manifestazioni, flash-mob, incontri, eventi e festeggiamenti che avranno come tema principale l’omaggio al libro come incredibile strumento di educazione e confronto tra popoli e generazioni.

Anche alla Scuola P. COLLODI, nella mattinata del 24 Aprile, si è dedicato un momento ai libri e alla lettura a classi aperte.

5° AClasse 5°A: m°  SOFIA

IMG_20150126_110131Classe 5°B: m° ALESSANDRA

Classe 4°A: m° SILVIA4°A

4°BClasse 4°B: m° COSTANZA

Classe 3°: m° ISABELLA3°A

2°AClasse 2°: m° MARTA

1°AClasse 1°: m° LARA

Heartwarming di Kevin MacLeod è un brano autorizzato da Creative Commons Attribution (https://creativecommons.org/licenses/by/4.0/)

 IMG_20170424_083521 IMG_20170424_083536 IMG_20170424_083554 IMG_20170424_083635IMG_20170424_083645 IMG_20170424_083724 IMG_20170424_083801 IMG_20170424_083807 IMG_20170424_083824 IMG_20170424_083835 IMG_20170424_083935 IMG_20170424_083952 IMG_20170424_084047 IMG_20170424_084108 IMG_20170424_084154 IMG_20170424_084247

Un libro è un giardino che puoi custodire in tasca.
(Proverbio arabo)

UNA VISITA DA NIMES

NIMES

Il 28 Marzo la nostra scuola ha avuto l’opportunità di accogliere un team di docenti provenienti dalla”Ecòle Primarie Marie Soboul” di Nimes in Francia. Il progetto

“Alpha-beauty: educating to human values through Creativity” 

ha dato modo ai docenti francesi di “partecipare” seppur “ in ombra” ad una nostra giornata di scuola e vivere la nostra interpretazione didattica di “ Alpha-beauty” ed ecco cosa hanno vissuto, insieme ai bambini delle classi.

DOPO LE PRESENTAZIONI … 

IMG-20170328-WA0003

IMG-20170328-WA0012IMG-20170328-WA0009

… L’ACCOGLIENZA DI TUTTO IL PLESSO …

IMG-20170328-WA0007

IMG-20170328-WA0005

IMG-20170328-WA0006

… POI IN PALESTRA PER UN’ESPERIENZA DI RITMO E LIBERA ESPRESSIVITA’ …

IMG_20170328_091452IMG_20170328_100348IMG_20170328_100658IMG_20170328_100706IMG_20170328_100752IMG_20170328_101154IMG_20170328_101214

… CREATIVITA’ NELLE SCIENZE …

IMG-20170328-WA0028IMG-20170328-WA0021IMG-20170328-WA0017IMG-20170328-WA0030IMG-20170328-WA0023IMG-20170328-WA0019IMG-20170328-WA0013IMG-20170328-WA0025IMG-20170328-WA0031IMG-20170328-WA0028

 … ESPLORAZIONI NELL’ARTE …

IMG-20170329-WA0040

Giocare con l’arte attraverso il pensiero di BRUNO MUNARI …IMG-20170329-WA0084

IMG-20170331-WA0000

Cosa si nasconde dentro una palla di creta?

Vediamo un pò:

IMG-20170331-WA0001IMG-20170331-WA0002IMG-20170331-WA0003IMG-20170329-WA0000

La mano lavora, la creatività prende forma, la magia si sprigiona e comincia … l’arte!

IMG-20170329-WA0056 IMG-20170329-WA0069

IMG-20170329-WA0015 IMG-20170329-WA0016 IMG-20170329-WA0017IMG-20170329-WA0037

“Complicare è facile, semplificare è difficile. Per complicare basta aggiungere, tutto quello che si vuole: colori, forme, azioni, decorazioni, personaggi, ambienti pieni di cose. Tutti sono capaci di complicare. Pochi sono capaci di semplificare.”

BRUNO MUNARI

21 marzo 2017: Giornata Mondiale della Poesia

Il 21 marzo si celebra la Giornata Mondiale della Poesia, istituita dall’UNESCO, che riconosce all’espressione poetica un ruolo privilegiato nella promozione del dialogo interculturale, nella comunicazione e nella pace. In questa giornata, gli abitanti del Collodi, si sono dedicati un momento di … POESIA.

L’uomo per il pane

L’uomo per i pane

segna con l’aratro la terra

nel campo.

E quando con la penna segna la carta

dalle pagine darà frutti

il cibo della mente.

Rabindranath Tagore (India, 1861 – 1941)

IMG-20170321-WA0020

classe 1°: M° Giorgetta – QUESTA E’ LA POESIA CHE GUARISCE I PESCI – Jean Pierre Simeon, Olivier Tallec – ed. LAPIS

classe 1°-21-03-2017

IMG-20170321-WA0013IMG-20170321-WA0025

classe 2°: M° Simona – da RIME PER TUTTO L’ANNO – Maria Loretta Girardo – ed. Giunti Junior: “GARA DELLE STAGIONI”

IMG-20170321-WA0000

IMG-20170321-WA0015 IMG-20170321-WA0018

classe 3° M° Lara: IL SOGNO DELLE STAGIONI – Arianna Papini – ed. Donzelli

download cl.3°

IMG-20170321-WA0007IMG-20170321-WA0012

classe 4° A: M° Marta – da FIABE RUSSE – Ivan J. Bilibine – ed. Motta Junior: LA BELLA VASSILISSA

download 4°A

IMG-20170321-WA0005 IMG-20170321-WA0002

classe 4° B M° Cristiana : IL VICARIO CARI VOI – Roald Dahl – ed. Salani

classe 4°B

IMG-20170321-WA0022 IMG-20170321-WA0027

classe 5°A M° Tiziana: VERSI PERVERSI – Roald Dahl – ed. Nord-Sud

cl. 5°A

 IMG-20170321-WA0011

IMG-20170321-WA0023

cl. 5°B M° Costanza: LETTERA A UN FIGLIO – Rudyard Kipling, Mauro Evangelista – ed. Rizzoli

 cl. 5°B

IMG-20170321-WA0026 IMG-20170321-WA0024

La poesia è l’arte di far entrare il mare in un bicchiere.
(Italo Calvino)

La poesia è un eco, che chiede all’ombra di ballare.
(Carl Sandburg)

NONTISCORDARDIME

OPERAZIONE SCUOLE PULITE: 17 – 18 MARZO 2017

Anche questo anno alla S. P. Collodi, nelle giornate dedicate alla qualità e vivibilità degli edifici scolastici, si è fatta pulizia …

IMG-20170323-WA0007 IMG-20170323-WA0004 IMG-20170323-WA0003

Il bello del giardinaggio: le mani nello sporco, la testa baciata dal sole, il cuore vicino alla natura. Coltivare un giardino non significa nutrire solo il corpo, ma anche l’anima.
(Alfred Austen)

Se possedete una biblioteca e un giardino, avete tutto ciò che vi serve.
(Cicerone)

 

DONARE …

“Il valore di una persona risiede in ciò che è capace di dare e non in ciò che è capace di prendere.”
ALBERT EINSTEIN

IMG-20170320-WA0001 “Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quando amore mettiamo nel dare.”

MADRE TERESA DI CALCUTTA

IMG_20170318_111915

DonaCibo, torna nelle scuole la raccolta solidale per le famiglie in difficoltà

Anche quest’anno torna DonaCibo, la raccolta di generi alimentari non deperibili che si effettua nelle scuole e che viene organizzata dall’associazione Banco di Solidarietà di Cesena. L’iniziativa, giunta alla sua undicesima edizione, coinvolgerà le scuole di Cesena, Gambettola, Cesenatico e Valle Savio. Più di 50 volontari dell’associazione saranno impegnati in 300 incontri in 900 classi, incontrando 20.000 studenti, dalla scuola dell’infanzia alle superiori. Sarà l’occasione per raccontare ai più giovani storie di solidarietà e amicizia, che mediante la consegna periodica da parte dei volontari di “pacchi” alimentari rendono possibile l’incontro e il sostegno di persone e famiglie in difficoltà economiche.

Agli studenti verrà chiesto di portare nella settimana che va dal 20 al 25 marzo alimenti non deperibili quali latte uht, tonno in scatola, pelati/ pomodoro in scatola, legumi, carne in scatola, biscotti, olio, omogeneizzati, che verranno poi usati dall’associazione per il confezionamento dei pacchi per le famiglie assistite. L’Associazione di Volontariato “Banco di Solidarietà di Cesena – O.N.L.U.S.”, è attiva da oltre 15 anni e offre un sostegno materiale a famiglie e persone indigenti, mediante la consegna gratuita di generi alimentari di prima necessità con cadenza quindicinale al domicilio delle persone e delle famiglie assistite.

DONACIBO 2017

28 febbraio 2017: CARNEVALE al Collodi

La maschera è antica quanto la stessa umanità ed è il simbolo della trasformazione dell’uomo in un altro IO.

Che comincino le danze … al Collodi si è festeggiato l’ultimo giorno di Carnevale tra mascherine e mascherone, stelle filanti e castagnole!

Le classi 5° A e 5°B  hanno allietato, con il loro splendido e divertente spettacolo, la mattinata …

IMG-20170228-WA0027 IMG-20170228-WA0028 IMG-20170228-WA0029IMG-20170228-WA0028

IMG-20170228-WA0033 IMG-20170228-WA0034 IMG-20170228-WA0035IMG-20170228-WA0030 IMG-20170228-WA0036 IMG-20170228-WA0037

IMG-20170228-WA0017

… MA CHI E’ QUEL BAMBINONE????

IMG-20170228-WA0042

La meraviglia e gli stupori …

ci sono venuti a trovare i…

 CLOWN DOTTORI!!!!!

IMG-20170228-WA0012

IMG-20170228-WA0045 IMG_20170228_113426

IMG-20170228-WA0053

MAESTRE IN SCENA … FANTASTICHE!!!

IMG-20170228-WA0015IMG-20170228-WA0009

IMG-20170228-WA0047

… NON SONO MANCATE LE RISATE!

IMG-20170228-WA0056

One Fine Day di Audionautix è un brano autorizzato da Creative Commons Attribution (https://creativecommons.org/licenses/by/4.0/)

Dottor Carletto e Dottoressa Fanfu ci hanno raccontato una parte della loro vita e ci hanno svelato un segreto …IMG-20170228-WA0059

Ciao bambini. Noi siamo clown un pò speciali. Siamo due clown dottori. Ci muoviamo sempre in coppia ed in ogni momento siamo pronti a donare un pò di conforto e sollievo ai bimbi ricoverati in ospedale. Girovaghiamo stanza per stanza nel raparto di Pediatria degli ospedali di Cesena, Forlì e Faenza e con le nostre gags un pò pazze regaliamo sorrisi ai bambini che si trovano ricoverati a causa di malattie più o meno gravi e più o meno lunghe. A volte ci sono anche piccoli pazienti che devono affrontare interventi o terapie mediche.

Quando noi entriamo in reparto l’atmosfera della corsia muta … si respira un’aria migliore anche dove può esserci tanto dolore … Vi sveliamo un segreto: ridere fa bene! Le risate ed i sorrisi allentano le tensioni, le ansie e generano energia positiva. Il buon umore infonde speranza. La risata cura. Questo è il messaggio che noi, volontari de “ I nasi rossi del dottor Jumba” vogliamo lasciarvi in questo divertente carnevale.

IMG-20170228-WA0051

IMG-20170228-WA0055

GRAZIE!

PER IL SORRISO CHE I CLOWN DOTTORI PORTANO IN CORSIA,

E PER QUELLO CHE OGGI HANNO REGALATO ALLA SCUOLA!

9 febbraio 2017: tutti al cinema

locandina GGG

GIOVEDI’ 9 FEBBRAIO TUTTO IL PLESSO “C. COLLODI”  si è recato presso il cinema Eliseo per compiere un viaggio all’insegna della fantasia … ed è stata vera magia!!!

Il GGG è un gigante, un Grande Gigante Gentile, molto diverso dagli altri abitanti del Paese dei Giganti che come San-Guinario e Inghiotticicciaviva si nutrono di esseri umani, preferibilmente bambini. E così una notte il GGG – che è vegetariano e si ciba soltanto di Cetrionzoli e Sciroppio – rapisce Sophie, una bambina che vive a Londra e la porta nella sua caverna. Inizialmente spaventata dal misterioso gigante, Sophie ben presto si rende conto che il GGG è in realtà dolce, amichevole e può insegnarle cose meravigliose. Il GGG porta infatti Sophie nel Paese dei Sogni, dove cattura i sogni che manda di notte ai bambini e le spiega tutto sulla magia e il mistero dei sogni.

 

27 gennaio 1945: MEMORIA

Per ricordare l’orrore della Shoah e soprattutto l’importanza di non ripetere certi orrori e stragi, gli alunni delle classi 5° A e 5°B raccontano:

IMG-20170127-WA0000

APRILE

Prova anche tu,

una volta che ti senti solo

o infelice o triste,

a guardare fuori dalla soffitta

quando il tempo è così bello.

Non le case o i tetti, ma il cielo.

Finché potrai guardare

il cielo senza timori,

sarai sicuro

di essere puro dentro

e tornerai

ad essere Felice.

Anne Frank

Greta Sting di Kevin MacLeod è un brano autorizzato da Creative Commons Attribution (https://creativecommons.org/licenses/by/4.0/)

vietato

Duet Musette di Kevin MacLeod è un brano autorizzato da Creative Commons Attribution (https://creativecommons.org/licenses/by/4.0/)

 

la vita è bella

Conoscete il Dottor Korczak? Ianus Korczak era un medico, un pediatra. Per oltre trent’anni si prese cura di migliaia di bambini, ebrei e non solo, poveri e senza famiglia, accogliendoli nell’orfanotrofio di Varsavia, in Polonia.
 Ieri, 29 novembre 1940, siamo stati obbligati ad abbandonare la Casa dell’Orfano, la nostra grande e bella casa bianca di Varsavia.
IMG-20170127-WA0004Quando abbiamo lasciato la casa, ho visto il Dottor Korczak alzare per l’ultima volta gli occhi verso la piccola mansarda all’ultimo piano. Era la sua camera con il grande scrittoio di quercia, uno stretto letto di ferro e libri che tappezzavano i muri. Era là che dormiva, dava da mangiare ai passeri di passaggio, scriveva libri per spiegare agli adulti come amare e rispettare i ragazzi.
IMG-20170127-WA0005
Ieri -una stretta al cuore ma la testa alta e una canzone sulle labbra- abbiamo raggiunto la nostra nuova dimora all’interno del ghetto. Il Dottor Korczak si oppone sempre alla tristezza e alla rassegnazione. Trasportavamo lampade, lenzuola e coperte, disegni, piante, gabbie con i nostri uccellini e i nostri piccoli animali domestici. Rinchiuse nelle nostre tasche, le cartoline ricordo che il dottore distribuisce perché non ci si dimentichi delle nostre azioni… La cartolina dei fiori data per aver sbucciato le patate, la cartolina dell’inverno per esserci alzati presto, la cartolina della tigre per aver litigato, infine la cartolina nontiscordardimé per quelli che lasciano l’orfanotrofio. Le strade erano piene di persone dallo sguardo triste e sconvolto che se ne andavano in giro con tutte le loro cose ammassate su carretti tirati a braccia, su carrozzine o sulle spalle. Anche loro avevano ricevuto dai tedeschi l’ordine di andare a vivere dall’altra parte. Il paese dall’altra parte si chiama ghetto. É lo stesso paese- la Polonia- è la stessa città – Varsavia- tuttavia l’altra parte è come un paese straniero.
 IMG-20170127-WA0007
La Casa dell’Orfano era un vero palazzo, con i bagni dai brillanti pavimenti di piastrelle, i lavandini di ceramica, la sala di lettura, la sala giochi e persino il riscaldamento centrale. Era incredibile abitare in quella enorme e bella casa. Ma il Dottor Korczak crede che i bambini, tutti i bambini, siano persone importanti che meritano tutta la bellezza. La nostra nuova casa nel ghetto è meno grande, meno bella di quella di prima, ma il Dottor Korczak ci racconta ancora le fiabe e le storie che lui si inventa… La notte passa tra i letti e si china per ascoltare i respiri, le tossi, i sospiri. Per capire chi è malato, chi è infelice…
IMG-20170127-WA0003
A volte si siede su una panca e subito tutti i bambini si stringono intorno a lui. Allora lui dice che è un vecchio albero sul quale i bambini si posano come degli uccelli. Spesso mentre parla ci accarezza la guancia, posa la mano sulla nostra testa… Ci ha spiegato che l’amore non può essere obbligatorio, ma il rispetto, quello sì. Nella Casa dell’Orfano è legge! Non abbiamo più granché da mangiare, la zuppa è sempre più chiara e molti di noi sono malati… Vorrei essere forte come il Sansone della Bibbia quando fece crollare il tempio sui cattivi… Vorrei essere il bambino dalla lampada magica per fare apparire il genio che ci libererebbe… Ma sono solo un orfano ebreo, prigioniero nel ghetto di Varsavia.Al ghetto le scuole sono vietate, ma si fa lezione di nascosto. Il dottore invita persone che vengono a parlarci del loro lavoro, delle loro passioni… Si continua a imparare Il dottor Korkzak vuole che la vita continui e che si sentano ancora risuonare la musica, i canti, le voci degli spettacoli delle marionette… La nostra casa deve rimanere come un’isola in mezzo all’oceano scatenato e ciascuno di noi deve vegliare sul proprio “castello interiore”. Quanto tempo resteremo qui? Vedremo la fine della guerra? Ritorneremo un giorno nella bella Casa dell’Orfano? Potremo ancora giocare e vivere come bambini?
IMG-20170127-WA0008
Laid Back Guitars di Kevin MacLeod è un brano autorizzato da Creative Commons Attribution (https://creativecommons.org/licenses/by/4.0/)
Faceva molto caldo il 5 agosto del 1942. Era ancora mattino presto quando, all’improvviso, grida e sibili di fischietto risuonarono in tutta la casa di Via Sienna. Come ogni volta i tedeschi erano arrivati di sorpresa. In un quarto d’ora tutti i bambini erano fuori, raggruppati per la partenza nella piazza dalla quale partono i treni. Il corteo si mise in marcia. C’erano Zigmus, Semi, Anna, Eva, Aronne, Mendelek, Ella, Jacob e tutti gli altri… C’erano 192 bambini e 10 adulti. Il vecchio Dottor Korczak apriva il corteo, testa alta, sguardo dritto, due bambini per mano. Dicono che giunse un messaggero con un biglietto che offriva al Dottor Korczak la libertà, e che lui si rifiutò di abbandonare i bambini. I vagoni li portarono tutti al campo di Treblinka, a nord di Varsavia. Era l’ultimo viaggio.korz1
I ragazzi di quinta, in queste ultime settimane di scuola, hanno preso in esame il terribile periodo storico della Shoah attraverso lo studio, le letture, i video e le testimonianze di alcuni sopravvissuti. Come il Dottor Korczak donava le cartoline ai suoi bambini per incoraggiarli, anche loro hanno voluto lasciare un messaggio consegnando agli insegnanti le cartoline che hanno preparato.
IMG-20170127-WA0012

Natale 2016: auguri

It Came Upon a Midnight Clear di Kevin MacLeod è un brano autorizzato da Creative Commons Attribution (https://creativecommons.org/licenses/by/4.0/)

Il presepe

Natale. Guardo il presepe scolpito
dove sono i pastori appena giunti
alla povera stalla di Betlemme.
Anche i Re Magi nelle lunghe vesti
salutano il potente Re del mondo.

Pace nella finzione e nel silenzio
delle figure in legno ed ecco i vecchi
del villaggio e la stalla che risplende
e l’asinello di colore azzurro.

Salvatore Quasimodo

o.collage_fotor

collage_fotor2

collage_fotor3

collage_fotor4

collage_fotor5

“A Natale tutte le strade conducono a casa”

(Marjorie Holmes)

BUON NATALE E SPENSIERATO ANNO NUOVO

IN CAMMINO…VERSO L’ALBERO.

Canon and Variation di Twin Musicom è un brano autorizzato da Creative Commons Attribution (https://creativecommons.org/licenses/by/4.0/)
Sabato 17 Dicembre 2016, tutti i bambini del plesso, accompagnati dagli insegnanti e dal suono dei campanelli, si sono incamminati per le strade del quartiere fino a raggiungere il grande albero sito nell’area verde adiacente via Gemona. L’aria si è riempita di note creando un momento magico, in cui le voci dei bambini, unite dal desiderio di donare e trasmettere gioia ai loro genitori e a tutte le persone presenti, hanno saputo far vibrare i cuori di tutti.
img-20161217-wa0008 img-20161217-wa0010 img-20161217-wa0011 img-20161217-wa0012 img-20161217-wa0013
I genitori, con grande creatività e generosità, hanno animato il mercatino natalizio allestito fuori dalla scuola. Il ricavato coprirà parte del necessario per l’acquisto di una ulteriore L.I.M
img-20161217-wa0017img-20161217-wa0016img-20161217-wa0015img-20161217-wa0014img-20161217-wa0006 img-20161217-wa0007
Un ringraziamento a tutti coloro che hanno collaborato alla realizzazione di questo speciale evento…in cammino verso il Natale.

oh albero, bell’albero…

Martedì 06 Dicembre, la S.P. “C. Collodi” ha addobbato l’albero all’ingresso della scuola…tanta emozione!!!

“Non importa cosa trovi sotto l’albero, ma chi trovi intorno.”
Stephen Littleword

collage_fotor-1

“S’io fossi il mago del Natale farei spuntare un albero di Natale in ogni casa, in ogni appartamento dalle piastrelle del pavimento!”

Gianni Rodari

collage_fotor-2

“Non preoccuparti della dimensione del tuo albero di ‪Natale‬. Agli occhi di un bambino sono tutti alti 10 metri.”
Larry Wilde

collage_fotor-3

“L’albero di Natale perfetto? Tutti gli alberi di Natale sono perfetti!”

Charles N. Barnard

collage_fotor-4collage_fotor-5-a-b

“Dove sono i bambini
che non hanno l’albero di Natale
con la neve d’argento, i lumini e i frutti di cioccolata?
Presto, adunata, si va sul Pianeta degli alberi di Natale,
io so dove sta.
Qui gli alberi della foresta,
illuminati a festa,
sono carichi di doni.
Crescono sulle siepi i panettoni,
i platani del viale
sono platani di Natale.”
Gianni Rodari

 

Vado a scuola – il grande giorno

Giovedì 24 Novembre, tutto il plesso Carlo Collodi, si è recato al cinema Eliseo per poter continuare il viaggio con i bambini protagonisti del film documentario di Pascal Plisson.

Hero’s Theme di Twin Musicom è un brano autorizzato da Creative Commons Attribution (https://creativecommons.org/licenses/by/4.0/)

il-grande-giorno_poster-420x600

Nidhi è una ragazza indiana, appartenente a una famiglia povera, che non può permettersi di pagare una scuola prestigiosa. Lei è intenzionatnidhi_il-grande-giorno-800x534a a diventare un ingegnere, studia quando gli altri sono davanti la tv e infine trova una strada. Si iscrive al concorso gratuito del “Super 30”, lo passa e ha la possibilità di essere preparata per il Politecnico.

albert_il-grande-giorno-696x464Albert vive sotto il sole di Cuba, è molto silenzioso e sensibile e la boxe è la sua vocazione. Ha dovuto impegnarsi a scuola per recuperare delle insufficienze per continuare gli allenamenti. Quando ritorna lo fa con grinta e l’allenatore lo porta alle selezioni per l’Accademia di sport e studio dell’Avana. Grazie al sostegno dell’amico Roberto e all’impegno, Albert vince sul ring ed entra nella scuola.

deejii_vado-a-scuola-800x400

 

Delgermurun è una bambina mongola, minuta e dai tratti dolci, molto educata e rispettosa. Anche lei si è impegnata in allenamenti intensi, dovendo continuare ad andare a scuola e fare i compiti. La sua carriera appartiene al mondo del circo, dove poter diventare una stella del contorsionismo. A 6 anni rimane affascinata da un’esibizione vista in televisione e convince i genitore a iniziare. Sa bene ciò che vuole, lavora duramente e fa dei progressi incredibili di anno in anno. Quando viene notata dalla sua allenatrice Aruna, le sue energie sono tutte indirizzate per entrare nella prestigiosa scuola di circo di Singapore.

tom_il-grande-giorno-1-800x534

Tom vuole fare il ranger nella sua Uganda, ama il suo paese e gli animali. Per questo segue per due anni la scuola e dà il meglio di sé per passare la prova finale. Nel parco nazionale Queen Elizabeth è un tirocinante alla scuola Wildlife Authority, a contatto con la natura, non perde occasione per studiare. Raggiungere il suo obiettivo è per lui motivo di orgoglio, finalmente potrà essere indipendente, senza in sostegno economico della famiglia.

20 Novembre 2016: giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza

Tutti i bambini del mondo hanno dei diritti.

I diritti dei bambini sono stati decisi nel 1989 grazie ad una convenzione dell’Organizzazione delle Nazioni Unite un accordo cioè tra numerosi paesi che hanno deciso di obbedire alle stesse leggi per garantire un’infanzia serena a tutti i bambini del mondo.

With a Stamp di Twin Musicom è un brano autorizzato da Creative Commons Attribution (https://creativecommons.org/licenses/by/4.0/)

immagine-diritti

Nella giornata del 21 Novembre 2016, all’interno del plesso, gli abitanti hanno dedicato un momento di riflessione sul tema dei diritti attraverso letture di storie debitamente scelte.

classe 1°: M° Paolo

vorrei-un-tempo-lento-lento

VORREI UN TEMPO LENTO LENTO, Luigina Del Gobbo – Sophie Fatus, ed. Lapis

classe 2°: M° Alessandra

amali-e-lalbero

AMALI E L’ALBERO, Chiara Lorenzoni – Paolo Domeniconi, EDT-Giralangolo

classe 3°: M° Costanza

le-femmine

i-maschiI MASCHI NON MI PIACCIONO PERCHE’ – LE FEMMINE NON MI PIACCIONO PERCHE’, Vittoria Facchini, ed. Fatatrac

classe 4° A: M° Tiziana

lettera-copertina-kamLA LETTERA, Antonio Ferrara, Artebambini – Kamishibai

cavallo-e-il-soldato-copertina-kam

IL CAVALLO E IL SOLDATO, Gek Tessaro, Artebambini – Kamishibai

classe 4° B: M° Martavoglio-un-drago

VOGLIO UN DRAGO, Guido Quarzo, ed. San Paolo

classe 5°A: M° Lara

angelo-delle-scarpeL’ANGELO DELLE SCARPE, Giovanna Zoboli – Joanna Concejo, ed. Topipittori

classe 5°B: M° Simona

fiabe-1LA FIABA DEL COLIBRI’ dal libro OGNI FAVOLA E’ UN GIOCO, Maria Antonietta Spadaro, Piero Vittorietti edizioni

collage_fotor-1 collage_fotor-2

collage_fotor-4

Un bambino può insegnare sempre tre cose ad un adulto:
1. A essere contento senza motivo.
2. A essere sempre occupato con qualche cosa.
3. A pretendere con ogni sua forza quello che desidera.
(Paulo Coelho)

IN CAMMINO….pagina dopo pagina!

Progetto LIBRIAMOCI: 27 OTTOBRE 2016

«Puoi leggere, leggere, leggere, che è la cosa più bella che si possa fare in gioventù: e piano piano ti sentirai arricchire dentro, sentirai formarsi dentro di te quell’esperienza speciale che è la cultura.»

Pier Paolo Pasolini

libriinvolo

«Ho scoperto prestissimo che i migliori compagni di viaggio sono i libri: parlano quando si ha bisogno, tacciono quando si vuole silenzio. Fanno compagnia senza essere invadenti. Danno moltissimo, senza chiedere nulla.» Tiziano Terzani

CLASSE 1° maestra MONIAarcobalena

ARCOBALENA di Sardi Massimo, 2000, Giunti Junior

monia-1«È un viaggio per viandanti pazienti, un libro.» (Alessandro Baricco)

CLASSE 2° maestra TIZIANA

classe-2

I DONI SCAMBIATI. Una fiaba africana di Parazzoli Paola e Valentinis Pia, 2004, Fabbri

Sottofondo musicale: ANDARE, DIVENIRE, RITORNARE di L. EINAUDI

tiziana2

«Scrivere romanzi significa prendersi cura degli altri. Se io ci tengo veramente a te, se voglio avere una relazione con te, ti racconto storie.» (Jonathan Safran Foer)

CLASSE 3° maestra MARTA

less-more

I FANTASTICI LIBRI VOLANTI DI MR MORRIS LESSMORE, Joyce William e Bluhm Joe, 2012, Rizzoli

marta3

“I libri sono ponti ostinati: uniscono, creano legami.”
(Giuseppe Avigliano)

CLASSE 4°A maestre Costanza e Simona

4a

LA STRADA CHE NON ANDAVA IN NESSUN POSTO, Rodari Gianni e Testa Fulvio, 2010, Emme Edizioni

costanza-4a

“I libri mi riempivano il cranio e mi allargavano la fronte. Leggerli somigliava a prendere il largo con la barca, il naso era la prua, le righe onde.”(Erri De Luca)

CLASSE 4° B maestra Giorgetta

4b

LA STRADA DI MIRO’, Rinaldi Tiziana e Boffa Antonio, 2013, Mammeonline

giorgia-4a

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“I libri sono i compassi e cannocchiali e sestanti e mappe che altri uomini hanno preparato per aiutarci a navigare nei pericolosi mari della vita umana.”(Jesse Lee Bennett)

CLASSE 5° A maestra Isabella

si-puo

SI PUO’ di Masini Beatrice e Papini Arianna, 2014, Carthusia

isabella-5a

“Leggere è andare incontro a qualcosa che sta per essere e ancora nessuno sa cosa sarà.”
(Italo Calvino)

 

CLASSE 5° B maestra Lara
5b

IL VIAGGIATORE di Simkin Dariel, 2009, Fazi

lara-5b

“La fiaba è il luogo di tutte le ipotesi: essa ci può dare delle chiavi per entrare nella realtà per strade nuove, può aiutare il bambino a conoscere il mondo.”

(Gianni Rodari)

VADO A SCUOLA: il film.

Tutti i bambini del plesso hanno partecipato alla visione di questo film documentario che racconta le storie di piccoli eroi che lottano ogni giorno contro le insidie di paesaggi vado-a-scuola-poster1-432x616mozzafiato per il loro diritto a una formazione e un futuro migliore, sognando di diventare piloti, medici o professori e riponendo nell’istruzione il loro unico mezzo di riscatto dalla povertà e dall’ignoranza.

 

 

Il viaggio inizia … saluto di inizio: lettura.

L’UOMO DEI SOGNIuomo-valigia

Un uomo andava in giro con la sua valigia e raccoglieva i sogni dei bimbi e degli uomini e donne che li immaginavano e li lasciavano in giro. Raccoglieva i sogni e li riponeva nella sua valigia di cartone con sopra dipinte le stelle.

Lui poteva vederli erano leggeri ed evanescenti e leggermente luminosi. Molte volte le persone li abbandonavano e si spegnevano un poco e lui camminando per strade e piazze li vedeva e li raccoglieva. Giorno dopo giorno continuava a mettere i sogni in questa valigia. Una sera stanco di camminare si sedette su una panchina, guardò il cielo dove vi era una luna piena. Intorno nella piazza vi era gente che passeggiava e bambini che giocavano. Il custode dei sogni si mise la valigia sulle ginocchia e l’aprì. Da questa valigia usciva una luminescenza. Questi sogni avevano una luce propria che pulsava leggermente. Alcuni curiosi si fermavano a guardare. Lui aprì a poco a poco la valigia.

Bolle luminescenti brillandobolle-di-sapone si gonfiavano e questi globi di luce fluttuavano leggermente nell’aria sopra la valigia. I curiosi divenivano sempre più numerosi, i bambini si avvicinavano a guardare; così il custode dei sogni iniziò a prendere ciascuno dei sogni racchiusi in queste bolle di luce e a darli a ciascun bambino che si faceva avanti, anche agli innamorati che si avvicinavano, ed alle persone che ne chiedevano uno.

E così man mano che queste persone che li raccoglievano divenivano anche loro leggermente luminescenti. La piazza era diventata luminosa e la luna sorrideva nel cielo.

Ad un certo punto il custode dei sogni prese dalla sua valigia una tenda nera, salì sul piedistallo della statua in mezzo alla piazza e sventolando la tenda nera disse a tutti: “Vedete anche voi cosa ho in mano?” Il brusio della gente disse: “Una tenda nera”. “Ebbene si! …” lui disse: “Questo velo è il velo che ponete sui vostri sogni quando avete difficoltà a raggiungerli … Vedete tutti?” La gente disse un timoroso: “Si”.

“Bene !” disse il custode dei sogni “Volete sapere come togliere questo velo nero dai vostri sogni? Ascoltate, ci sono due cose da fare per ravvivare i sogni, la prima è ridare vita al vostro sogno, senza mai stancarsi di infondere energia su di esso, e avere il coraggio di continuare anche quando sembra “impossibile”. Quindi perseverare. La seconda cosa è conoscere come raggiungere la meta. Dovete apprendere e conoscere quello che vi serve per vincere nella vita e mettere lì un modo di realizzarlo. Perseverando nel vostro intento, raggiungerete la meta. Quale meta? Quella la dovete mettere voi, o ‘scoprirla’ togliendo il velo”.Così dicendo il custode dei sogni agitò la tenda e svanì. La gente stupita rimase a guardare immobile. Tutti avevano la loro bolla di luce in mano e pulsava… il loro sogno.

Rimase giusto una valigia su una panchina con sopra tante stelle dipinte.valigia

La valigia dei sogni.

Quella non buttiamola.

Non buttarla via, riponila in un angolo della Tua mente, dove potrai riporre i tuoi sogni e riprenderli e coltivarli uno per uno.

Buona fortuna.

 

 

Buone vacanze 2016

“Se non potete essere un pino sulla vetta del monte,

siate un cespuglio nella valle, ma siate

il miglior piccolo cespuglio sulla sponda del ruscello.

Siate un cespuglio se non potete essere un albero.

Se non potete essere una via maestra, siate un sentiero.

Se non potete essere il sole, siate una stella;

non con la mole vincete o fallite.

Siate il meglio di qualunque cosa siate.

Cercate ardentemente di scoprire

a che cosa siete chiamati,

e poi mettetevi a farlo appassionatamente”.

(Martin Luther King)

buone-vacanze-page-001-580x385

Letture di fine anno scolastico

Come saluto finale, gli insegnanti del Collodi hanno voluto offrire un altro momento di lettura a classi aperte.

Classe I

20160606_114446orsoleo_1

Classe II

20160606_1141009782013914697

Classe IIIA

20160606_113455L-ACQUA-E-IL-MISTERO-DI-MARIPURA1.600

Classe IIIB

20160606_113858Gisella-pipistrella-242x300-e1462977686213

Classe IVA

20160606_113732paul-klee

Classe IVB

20160606_113616IMG_20150126_110131

…come sottofondo musicale NAVAL di Yann Tiersen e RITORNARE di L. Einaudi

Classe VA

20160606_114208il-sogno-delle-stagioni

Classe VB

20160606_114337abbracci

“Credo che le fiabe, quelle vecchie e quelle nuove, possano contribuire a educare la mente”.
(Gianni Rodari)